Home » NEWS FUORI REGIONE » Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri chiedono l’intervento dell’assessore Nardoni per il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara

Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri chiedono l’intervento dell’assessore Nardoni per il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara

Taranto. Le organizzazioni di categoria Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri della provincia di Taranto chiedono l’intervento dell’Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Fabrizio Nardoni in merito alla campagna irrigua 2014 del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara. Nei giorni scorsi le organizzazioni di categoria avevano inviato al commissario del consorzio, dott. Giuseppantonio Stanco, una proposta per la sottoscrizione delle domande di prenotazione irrigua per l’imminente campagna di irrigazione. Le organizzazioni di categoria ritengono fondamentale, per le strategie di sviluppo del comparto agricolo delle aree consortili sottoposte ad irrigazione, una distribuzione della risorsa irrigua razionale ed adeguata alle esigenze delle coltivazioni caratteristiche del territorio e l’immediata apertura della stagione irrigua, per favorire una maggiore sottoscrizione di prenotazioni. I contratti stipulati, inoltre, non dovranno subire nessuna variazione a conguaglio. Per cui si propone di applicare, per l’imminente campagna di prenotazione all’irrigazione per l’anno 2014, le seguenti modalità contrattuali per ciascuno degli impianti irrigui:

Sinistra Bradano, alimentato dalle acque invasate nel lago di San Giuliano, con una superficie di 9.052 ha, date le condizioni di malfunzionamento dell’impianto per il mancato ammodernamento (colpevolmente da parte delle amministrazioni commissariali succedutesi), si propone di prenotare tutte le coltivazioni irrigabili aziendali, per colture omogenee, in carico nel Fascicolo Aziendale al prezzo di € 150/ha; in alternativa, per le aziende che per esigenze colturali vogliono prenotare una superficie inferiore, si propone una prenotazione a metro cubo, previo montaggio del conta limitatore volumetrico, al prezzo di € 0,18/m3;

Sinni Vidis e Metaponto Uno, alimentati dalle acque invasate nel lago di Monte Cotugno con una superficie irrigabile di 13.434 ha, impianti moderni realizzati negli anni ottanta dall’ex Agenzia per il Mezzogiorno i cui gruppi di consegna dell’acqua sono stati dotati di apparecchiature acquacard (dispositivi realizzati nell’ultimo periodo di autogoverno del consorzio), si propone di prenotare tutte le coltivazioni irrigabili aziendali, per colture omogenee, in carico nel Fascicolo Aziendale al prezzo di € 200/ha. A questo punto le organizzazioni di categoria, chiedono l’intervento dell’Assessore Regionale Fabrizio Nardoni a che si individui una modalità più razionale ed economica di gestione irrigua per l’anno 2014.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!