Home » BACHECA WEB, IMPERIA, PRIMO PIANO » Certificazione Antimafia: la Confartigianato ricorda la “White List” della Prefettura

Certificazione Antimafia: la Confartigianato ricorda la “White List” della Prefettura

Imperia. La Confartigianato di Imperia comunica che per accelerare il rilascio di provvedimenti, come appalti di lavori, forniture di beni e servizi, erogazioni di finanziamenti e autorizzazioni per inizio di attività, per i quali è richiesta ladocumentazione antimafia, le imprese che lavorano nei settori più sensibili possono iscriversi nella “white list” della Prefettura.

Da un anno la documentazione antimafia, richiesta solo nel caso di rapporti contrattuali con amministrazioni, enti pubblici e società private concessionarie di opere pubbliche, viene rilasciata dalla Prefettura attraverso l’acquisizione telematica dei dati mediante le banche dati del CED interforze del Ministero dell’Interno insieme a quella delle Camere di Commercio. La richiesta della documentazione antimafia da parte dell’ente pubblico può però comportare un rallentamento nei tempi di emissione dei provvedimenti necessari alle imprese.  L’iscrizione nella “white list” permette di superare questo problema alle imprese dei settori ritenuti più a rischio:

• trasporto di materiali a discarica per conto terzi  • trasporto e smaltimento di rifiuti per conto terzi

• estrazione

• fornitura e trasporto di terra, materiali inerti, calcestruzzo, bitume

• noli a freddo di macchinari

• noli a caldo

• fornitura di ferro lavorato

• autotrasporti per conto terzi

• guardiania dei cantieri

Infatti, le “stazioni appaltanti” non dovranno più richiedere la certificazione antimafia per le imprese iscritte nella “white list”.

Possono iscriversi nell’elenco imprese individuali e società che hanno una sede in Italia (sia legale, sia secondaria con rappresentanza stabile) e imprese “straniere”, cioè prive di una sede secondaria con rappresentanza stabile in Italia.

La domanda deve essere presentata alla Prefettura nella cui provincia ha sede legale l’impresa, o, in caso di società costituite all’estero, alla Prefettura nella cui provincia si trova una delle sedi secondarie con rappresentanza stabile; le società costituite all’estero prive di sedi secondarie in Italia possono rivolgersi a qualunque Prefettura.

L’iscrizione deve essere richiesta, preferibilmente per via telematica, dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa, indicando i settori di attività.  La Prefettura rilascerà il provvedimento d’iscrizione dopo aver compiuto le necessarie verifiche e pubblicherà sul proprio sito istituzionale l’avvenuta iscrizione nella “white list”.

L’iscrizione conserva efficacia per 12 mesi.
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!