Home » CALCIO » Calcio, Promozione Girone A, 7^ giornata: un super Nucci non basta al Quiliano, per l’Albissola buona anche la settima

Calcio, Promozione Girone A, 7^ giornata: un super Nucci non basta al Quiliano, per l’Albissola buona anche la settima

ALBISSOLA-QUILIANO 1-0

Rete: 61′ (Aut.) Tiola

ALBISSOLA: Iliante, Doffo, Bisio, Durante, Guerra, Barone (7’ Olivieri), Bennati, Ghigliazza, Di Pietro (65’ Cerato), Alessi, Paini (74’ Enrile). A disp.: Vallarino, Besio, Cosentino, Crovella).  All. Monteforte.

QUILIANO: Nucci, Titi, Salani, Di Roccia, Tiola, Lilay, Hublina, Vejseli (77’ Grosso), Mela, Pentenero (75’ Fazio), Uruci (46’ Frumento). A disp.: Pacini, Fufana, Gibba.  All. Oliva.

Arbitro: Jacopo Pedemonte Gastaldo di Genova  (Assistenti: Giacomo Di Gangi di Albenga e Luigi Arado di Genova).

Note: al 55’ allontanato dalla panchina Luca Monteforte per proteste.

Albissola Marina. L’Albissola del presidente Mirco Saviozzi non è mai sazia, dopo aver staccato mercoledì con il Borzoli (1-0, gol di Alessi al 90’) il biglietto per le semifinali di Coppa Italia, non contenta, batte (1-0) il Quiliano di mister Maurizio Oliva al termine di una gara quasi a senso unico. E con questi tre punti i ceramisti portano a 7 le vittorie consecutive da inizio campionato, un risultato certo prevedibile ad inizio della stagione calcistica ma anche non facile da realizzare.

Che dire del Quiliano? Le Aquile, pur consapevoli della difficoltà della gara al “Faraggiana” di via delle Industrie, sono scese in campo a viso aperto con l’obiettivo di cercare un risultato positivo. Mister Oliva non ha eretto barricate davanti a Nucci utilizzando il 4-4-2 come modulo tattico con Pentenero e, soprattutto, Giovanni Mela in avanti finalizzati a pungere la capolista. E proprio Mela dopo neppure un giro di lancette del cronometro non è riuscito a portare in vantaggio la sua squadra. Sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina Hublina ha messo in area una bella palla che il numero 9 delle Aquile ha incornato alla perfezione, ma è stato bravo Bisio a togliere le castagne dal fuoco salvando la porta della sua squadra a Iliante battuto. Lo scampato pericolo ha scosso i ragazzi di Monteforte che hanno iniziato a costruire gioco e palle gol, specie nella prima frazione di gioco che però è terminata senza reti. Anche nella ripresa la musica non cambia con i ceramisti costantemente padroni del campo ma con un Quiliano sempre attento a contenerli. Il gol che decide l’incontro arriva al 61’ quando Bisio su calcio d’angolo mette la palla nell’area di porta dove si accende una mischia risolta da Tiola che,  nell’intento di liberare. sfortunatamenbte mette la sfera alla spalle di Nucci. Poi qualche altra occasione ed infine, dopo 3 minuti di recupero, il triplice fischio dell’arbitro.

All’Albissola i 3 punti, al Quiliano invece solo una iniezione di fiducia in quanto uscire dal campo della capolista battuti “solo” da un’autorete può essere un buon viatico per il prosieguo del campionato. Da quello che si è visto in campo, infatti la squadra ha i mezzi per uscire dalla parte bassa della classifica e, se la fortuna, si ricorderà un po’ delle Aquile, potrebbe già domenica prossima arrivare la prima vittoria di questo campionato anche se il Taggia non è certo squadra facile da affrontare.

Per quanto riguarda l’Albissola, è vero che la vittoria è arrivata soltanto su autorete, ma è anche vero che gli uomini di Monteforte hanno saputo creare un 4-5 occasioni da gol ed hanno lamentato la mancata concessione di un paio di calci di rigore. Ora i punti sulla seconda in classifica (leggere Legino) sono saliti a 4 e ben 9 sono quelli che dividono l’Albissola dall’altra super favorita, il Pietra Ligure di Flavio Ferraro che oltre a non essere  riuscito ad andare oltre lo 0-0 sul terreno del “Ruffinengo” di Savona, ha perso per infortunio due giocatori importanti come Di Lorenzo e bomber Daddi. Domenica prossima prova della verità per i pietresi, che se la vedranno al “De Vincenzi” con l’insidiosa Veloce (oggi vittoriosa all’inglese con il Camporosso), con l’obiettivo non nascosto di tornare obbligatoriamente alla vittoria per non compromettere seriamente il discorso promozione in Eccellenza; prova del 9 anche per il Legino che dovrà dimostrare con la capolista Albissola quanto ha fatto di buono in queste prime sette giornate di campionato (17 punti frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 0 sconfitte; miglior difesa dei due gironi di Promozione: solo 2 i gol subiti dalla squadra di mister Tobia).

Tornando alla gara Albissola-Quiliano, ecco in sintesi i commenti degli allenatori a fine gara. Luca Monteforte: «Ottimo primo tempo, poi siamo un po’ calati per stanchezza. La squadra ha però saputo costruire 5-6 palle-gol contro una squadra di categoria». Maurizio Oliva: «Abbiamo giocato una buona partita contro una grande squadra. Peccato tornare a casa a mani vuote, la squadra però ha delle potenzialità e i risultati non dovrebbero tardare ad arrivare».
(Vincenzo Bolia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!