Home » CALCIO, GENOVA, SAVONA » Calcio, Eccellenza, 27^ giornata: Sestrese corsara grazie a Di Pietro, super Giaretti limita il passivo

Calcio, Eccellenza, 27^ giornata: Sestrese corsara grazie a Di Pietro, super Giaretti limita il passivo

VELOCE-SESTRESE  0-1

Rete: 35’ Di Pietro (S).

VELOCE: Giaretti, Corti, Sciameni, Facello (46’ Atzeni), Schirru, Rubino, Mazzonello (58′ Giannone), Schirra,  Cerato (66’  Montisci), Galiano, Pagano. A disp.: Cerone, Barranca, Montisci, Giannone, Atzeni, Deluca, Pandolfino. All.:Gamberucci.

SESTRESE: Rovetta, Briata, De Simone, Ferraro, Tangredi, Ciavarella  (90’  Maralino), Merialdo, Galluccio, Di Pietro, Leto, Cortellini (46’ Seminara; 86’ Gallo). A disp.: Dondero, Seminara, Maralino, Rivieccio, Damonte, Franchini. All. Biffi.

Arbitro: Giordano di Novara (Assistenti: Repetto e Fabian di Chiavari).

Savona. Cade ancora la Veloce, questa volta sotto i colpi della Sestrese di mister Biffi che non ha lasciato dubbi, agli spettatori che seguivano la gara, su quella che sarebbe stata la conclusione del match. Potrebbe ingannare il risultato finale di 1 a 0 per i verdestellati chi non avesse visto la partita, ma solo ed esclusivamente la bravura e le strepitose parate del numero 1 velociano hanno impedito un passivo ben più pesante.

Unica azione di rilievo per i padroni di casa è al 1′ quando un cross in area ospite e un’incornata degli avanti granata, mette in seria apprensione la retroguardia di mister Biffi.
Gara contratta con le due squadre molto cucite per la paura di mostrare il fianco ed essere colpite. Ma i verdestellati risultano più concreti nella costruzione della manovra, cosa che non riesce agli uomini di Gamberucci, e al 21′ il numero 6 Ciavarella si invola sulla fascia di sinistra, entra in area saltando due uomini ma al momento della conclusione incespica perdendo l’attimo buono per calciare a rete. Passano appena due minuti e con un’ottima intuizione Leto serve un pallone delizioso al giovanissimo Galluccio (classe 97 ) che con una finta salta senza fatica Scimeni e si presenta da solo in area. Ma qui comincia la sagra dei miracoli di Giaretti che blocca la conclusione a rete con grande bravura.
La Veloce che prova a colpire solo sui calci da fermo, mentre in mezzo al campo ha un gran lavoro il capitano di giornata Schirra a fare girare la squadra.

Praticamente quasi nulla la spinta degli esterni bassi sulle fasce, il peso dell’attacco è gravato solo sugli avanti granata che nonostante l’impegno profuso non sono riusciti a smantellare l’attenta ed esperta difesa ospite.
Al 37′ la Sestrese passa in vantaggio. Perde palla Mazzonello in area verdestellata e un lancio millimetrico per il bomber Di Pietro, lo mette nella condizione di lasciare sul posto due difensori velociani e trafiggere Giaretti con un delizioso pallonetto.

Cinque minuti dopo è ancora Di Pietro che dalla stessa mattonella del gol, calcia indisturbato un missile terra-aria destinato ad insaccarsi sotto la traversa, ma ancora una volta Giaretti riesce a neutralizzare deviando in angolo.
Al 46’ viene annullato un gol alla Sestrese per posizione di offside segnalata dal primo assistente del signor Giordano. Al 53’ è costretto ad uscire fuori area l’estremo difensore velociano per sventare una pericolosa azione di Seminara, scontrandosi con quest’ultimo ed avendo la peggio. Solo dopo qualche minuto di apprensione il portiere granata può riprendere il suo posto.

Il resto della gara scorre con continui ribaltamenti di fronte fino al 74′ quando, ancora una volta, il solito Di Pietro si infila tra i due centrali e calcia una rasoiata bassa che  Giaretti miracolosamente riesce a deviare ancora in angolo per la disperazione del bomber della Sestrese.
L’ultimo acuto della partita  avviene al 78′ quando Ciaravella ruba il tempo alla difesa velociana e calcia a botta sicura, ma tra i pali il solito Giaretti dice ancora no.

Finisce quindi 1 a 0 una gara che, senza gli interventi super del portiere velociano, avrebbe visto un risultato molto più rotondo.
Seconda sconfitta per la Veloce sotto la gestione Gamberucci che sicuramente non può diventare il capro espiatorio dell’attuale classifica granata.

Fatto sta che, a parte il cambio di modulo, rispetto alla gestione di Quintavalle, i nomi in campo rimangono sempre gli stessi. Forse, visto che mancano solo tre giornate alla fine, il tecnico granata potrebbe provare a credere in calciatori che non hanno avuto modo finora di esprimersi nonostante il loro bagaglio calcistico sia di tutto rispetto.
(S.B.)




Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!