Home » NEWS FUORI REGIONE » Brindisi. Rotary: presentata la brochure dei castelli – riconoscimenti da autorità e amministratori

Brindisi. Rotary: presentata la brochure dei castelli – riconoscimenti da autorità e amministratori

Brindisi. “Grazie al Rotary per quello che sta facendo per il territorio e una preghiera: non lasciateci soli, continuate a  coordinarci”.

Vale tantissimo, per il Rotary,  questo appello lanciato da uno dei sindaci alla presentazione della brochure sui castelli del Brindisino, perché significa che si è colpito davvero il segno.

Questo perché il Rotary, attraverso il Progetto Distrettuale  di Puglia e Basilicata “Il Rotary per i Castelli”, da sei anni persegue la migliore conoscenza dei nostri meravigliosi castelli ma anche (o soprattutto) predica la necessità che le amministrazioni e le comunità facciano rete per valorizzare il territorio e crescere tutti insieme.

Franco Facecchia, Titta De Tommasi e Luca Gallo, nei rispettivi ruoli di Delegato al “Rotary per i Castelli”, di Presidente del comitato scientifico dello stesso, e di Governatore, hanno dunque messo a segno un altro successo concreto. Il riferimento è alla serata svoltasi all’Hotel Internazionale di Brindisi, per la presentazione della prima  di una serie di brochure sui castelli di Puglia e Basilicata, visitati da quella sorta di “compagnia di giro” costituita dagli entusiasti di questo valido Progetto distrettuale che sino ad ora ha riscoperto e fatto riscoprire ben 44 antichi manieri fortificati. La prossima brochure riguarderà i castelli del Tarantino, poi del Barese, e via di questo passo.

Una serata davvero rotariana, con presidenti e soci di Club di Brindisi, Lecce, Taranto e Bari, con la presenza del Prefetto di Brindisi, dott. Valerio Valenti, del Presidente della provincia, dei sindaci o loro delegati, dei Comuni di Brindisi, Carovigno, Ceglie, Francavilla, Mesagne, Oria e San Vito dei Normanni.

Duplice lo scopo della serata. Da una parte la presentazione della elegante e pratica brochure (grazie allo sponsor Cantina Due Palme) che dedica due pagine frontali ad ogni castello, con foto, breve spiegazione in italiano e inglese, altri punti di interesse (la chiesa, un museo, i prodotti tipici, ecc.). Strumento che, giungendo nelle mani di un turista, lo invoglia e lo accompagna a compiere un vero e proprio tour. D’altra parte ribadire agli amministratori lo scopo di tutto il Progetto “Rotary per i Castelli”: fare rete per essere più forti e crescere di più. Non isolarsi nei campanilismi ma mettersi in comunicazione per una vera fruizione del bene culturale.

I due temi sono stati brillantemente presentati da Facecchia prima, da De Tommasi poi (che ha fatto anche da conduttore) e il tutto è culminato nella presentazione, da parte di Franca Brescia, del sito internet dedicato al Progetto.

Puntuali come sempre le conclusioni del Governatore Luca Gallo che ha parlato di progetto  formativo ed educativo che procede attraverso cinque pilastri: la conoscenza dei beni; la scoperta dell’identità collettiva (andrebbe portato nelle scuole); il voler legare cultura a economia; il sistema di rete che il Rotary non può fare da solo ma insieme a tutti gli operatori; infine, la “benedetta” comunicazione senza della quale ogni sforzo è vano.
(Antonio Biella)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!