Home » ARTE, PRIMO PIANO, SAVONA » Borgio Verezzi, 47° Festival Teatrale: le anticipazioni

Borgio Verezzi, 47° Festival Teatrale: le anticipazioni

Borgio Verezzi. Dal cantiere del Festival Teatrale, in pieno fermento, ecco le prime anticipazioni sulla prossima stagione che si preannuncia ricca e innovativa: otto spettacoli in cartellone – di cui sette in Prima Nazionale – in Piazzetta Sant’Agostino dal 12 luglio all’11 agosto, una anteprima-evento al Gassman il 6 luglio, una serie nutrita di eventi collaterali (con alcune novità) e neonati gemellaggi artistici… la Rassegna verezzina amplia i suoi orizzonti, a favore di un pubblico sempre più eterogeneo e ampio.

Seguendo il filone della commedia brillante e divertente, che lo scorso anno ha permesso un record di presenze, il direttore artistico Stefano Delfino ha scelto per il Festival 2013 il leitmotiv della “bugia” quale tematica comune a tutti gli spettacoli: inganni, scambi di ruolo, travestimenti, equivoci, colpi di scena saranno gli ingredienti-base di una ricetta pensata per il massimo gradimento del pubblico.

E quale miglior testimonial se non “il bugiardo per eccellenza”, il Pinocchio collodiano, che debutterà  a Verezzi nella versione di Ugo Chiti per Arca Azzurra Teatro il prossimo 27 e 28 luglio. Interpretato da Paolo Cioni, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Alice Bachi e Paolo Ciotti, sarà scandito dalle musiche di  Jonathan Chiti e Vanni Cassori e impreziosito dai costumi di Giuliana Colzi e dalle luci di  Marco Messeri.

Chiti, per il ruolo di Pinocchio, ha scelto Paolo Cioni, giovane attore pisano che, dopo aver frequentato l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e aver fatto una particina nella fiction sul Mostro di Firenze, qualche stacchetto comico nel programma tv di Daniele Luttazzi “Decameron” e tanto teatro (tra cui “Dio”, di Woody Allen e “La cucina” di Wesker diretto da Armando Pugliese), è diventato, con Claudio Santamaria e Francesco Turbanti, uno dei tre coprotagonisti del film “I primi della lista”, dell’italo-inglese Roan Johnson.

Così Arca Azzurra presenta la sua nuova produzione:

“Pinocchio è un mondo, un personaggio multiforme da cui scaturisce una storia insieme lineare e complicatissima, un racconto (straordinario) per bambini e una intricatissima rete di significati simbolici, un susseguirsi di incontri con personaggi fantastici che rimanda continuamente a un percorso di formazione pieno di insidie, di esperienze esemplari e a volte enigmatiche.

Per Ugo Chiti e per Arca Azzurra l’appuntamento con Pinocchio era ineludibile e anche se più volte rimandato, ripensato, messo in discussione l’incontro con il burattino-bambino di Collodi stava lì ad aspettare, neanche tanto paziente, forte della comune radice linguistica, del continuo richiamo a quel mondo fantastico legato alla cultura popolare toscana che attraversa il trentennale lavoro di Chiti con la sua compagnia.

Ed eccolo il Pinocchio riletto dal drammaturgo toscano per l’Arca Azzurra: fedelissimo al testo originale, ma insieme “legittimato” a una reinvenzione della parola attenta a cogliere le suggestioni delle “doppiezze” del testo collodiano. Uno spettacolo popolare che non rinuncia ad affrontare le “trappole simboliche” di una delle storie più lette e raccontate di tutta la letteratura mondiale. Una visione adulta che cerca di ritrovare lo sguardo sorpreso e pieno di turbati incanti della lettura infantile.”

Il direttore artistico Stefano Delfino, alle prese con gli ultimi dettagli del cartellone, commenta:  “Siamo ancora nel pieno di una crisi nazionale, non solo economica, e c’è bisogno di positività e di un po’ di sana leggerezza: anche per questo offriremo al nostro pubblico soprattutto divertimento, sorrisi, parentesi di allegria e qualche semplice lezione morale, senza mai rinunciare alla qualità delle produzioni e degli allestimenti”.

Sul fronte comunale, lo Staff del Teatro è in piena attività e ha recentemente fatto sbarcare il Festival anche su Facebook, dove esiste una pagina dedicata ed aggiornata, con tanto di FestivalQuiz, concorso a premi sulla storia del Festival, per il pubblico in attesa dell’estate.

“Le difficoltà in cui versano i bilanci comunali sono all’ordine del giorno, e anche Borgio Verezzi non sfugge a tagli, riduzioni e incertezze… ma crediamo che il nostro Festival, con il suo straordinario bagaglio di storia e successo, meriti tutti gli sforzi possibili. Ancora una volta ci affidiamo soprattutto a sponsor privati, che andando “controcorrente” decidono di investire in cultura fidandosi di noi” – dice il sindaco di Borgio Verezzi, Renato Dacquino – “Così, facendo i salti mortali e assumendoci qualche rischio, offriamo nove spettacoli, uno in più dello scorso anno, di cui otto nella splendida piazza Sant’Agostino, e svariati eventi collaterali, che completano e approfondiscono il Festival”.

Oltre al cartellone, che verrà presentato ufficialmente nel dettaglio in occasione della conferenza stampa prevista per l’inizio di giugno, ecco alcune anticipazioni su due significativi nuovi eventi collaterali: gli incontri pubblici “Prima della Prima” con attori e registi del 47° Festival, e il neonato gemellaggio artistico nato tra il Festival verezzino e il Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia Internazionale del Festival dell’Eccellenza al Femminile di Genova, grazie al quale il prossimo 10 luglio presso il Teatro Gassman avremo  un doppio evento, una tavola rotonda sulla drammaturgia contemporanea e la mise-en-espace del testo “Scatole Nere – in memoria di Anna Politkovskaja” di Federica De Rossi, testo vincitore dell’edizione pilota 2012 del Premio,  inaugurando così una collaborazione destinata a proseguire in futuro.

La quarantasettesima edizione del Festival, che prenderà il via il 6 luglio (anteprima al Gassman) per concludersi il 11 agosto, sarà significativamente dedicata a Mariangela Melato (nella foto), vera “Signora della scena” recentemente scomparsa, che nel 1995 calcò il palcoscenico verezzino per ritirare un meritatissimo Premio Veretium. A lei, fra l’altro, sarà dedicata la 24^ Rassegna Cinematografica Nazionale di Borgio Verezzi, prevista per la seconda metà di agosto presso il Cinema Teatro Gassman.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!