Home » ALTRI SPORT, SAVONA » Bocce. Targa d’oro, prima volta della Borgonese nella rosa bis Zerbion, tris junior per Jolly Club

Bocce. Targa d’oro, prima volta della Borgonese nella rosa bis Zerbion, tris junior per Jolly Club

Ad Alassio grande successo anche per il secondo atto del trittico di grandi manifestazioni di bocce in programma nel 2018. La quadretta torinese ha dedicato la vittoria al patron Ezio Botta, scomparso di recente. Il podio è una questione di famiglia tra fratelli e sorelle: Graziano, Falconieri e Bajric. Tantissimi appassionati hanno gremito per due giorni i vari impianti e per la giornata finale il Palaravizza, impianto che dal 26 al 30 settembre ospiterà l’Europeo maschile, di nuovo in Italia dopo 10 anni.

Alassio. La Targa d’oro Città di Alassio di bocce (specialità volo) resta in Valle Susa. Nel prestigioso albo d’oro della manifestazione, giunta alla 65esima edizione (311 quadrette iscritte), viene inserito per la prima volta il nome della Borgonese, che succede ai “vicini di casa” della Perosina, grazie a Luca Scassa, Marco Capello, Flavio Ariaudo e Stefano Cavallo, tutti per la prima volta a segno. Alcuni di loro, Scassa in particolare, erano già saliti sul podio, mai però sul gradino più alto. Un successo dedicato a Ezio Botta, il patron del club (scomparso di recente), la cui vedova è salita sul palco insieme ai vincitori.

Ad inchinarsi 10-3 dopo due intense ore di gioco è stata la formazione ossolana della Masera (Giacomo Crovo, Daniele Basso, Pietro Mariolini, Ivan Della Piazza). Basso e Crovo sono liguri dell’entroterra chiavarese.

K.o, in semifinale e dunque terzo posto per Forno Canavese (Davor Janzic, Valter Opresnik, Massimo Griva, Silvano Grivetto) e Nosenzo Asti (Christian Romeo, Giuseppe Vergnano, Simone Faustini, Simone Rosso). A portare in alto i colori liguri è stata la compagine della Boccia Savona (Sandro Siri, Diego Alluigi, Giuseppe Caviglia, Giorgio Ziliotto), arrivata sino ai quarti di finale unitamente ad altri tre team piemontesi (Paschè, Ferriera e a un’altra quadretta della Borgonese).

LE DONNE - Grande spettacolo, in un Palaravizza preso d’assalto in tutta la giornata di domenica da tantissimi appassionati, anche nella 4a Targa Rosa Trofeo Silvana Gioielli (32 coppie), in cui Gaia Falconieri e Liliana Cavaglià (Zerbion Chatillon) hanno concesso il bis dopo l’affermazione del 2017. 13-4 il punteggio con cui le aostane hanno superato le croate Caterina e Virginia Bajric (Cavle). Terza moneta per Borgonese (Micol Perotto-Francesca Carlini) e Centallese (Paola Torasso-Maria Romano).

I GIOVANI - Nella 5a Targa Junior Nutella Cup (24 coppie) successo sul filo di lana per i fratelli Gabriele ed Edoardo Graziano Jolly Club Buronzo, 8-7 alla Bassa Valle Helvetia di Mattia Falconieri (fratello di Gaia) ed Elisa Bulla. Per Gabriele Graziano, diciottenne di belle speranze che ha già militato in serie A (con la maglia del Gaglianico), si tratta della tris consecutivo (in precedenza con Riccardo Marzanati). L’unico podio del week end per una società ligure è stato quello di Alessandro Curto e Nicolas Gallizia (Arnasco), terzi a pari merito con Simone Mana e Davide Fantini (Beinettese).

INFO E CURIOSITA’ – A parte la coppia croata e ai due atleti – sempre croati – del Forno, poca gloria per gli stranieri, nonostante fossero presenti in buon numero, in arrivo da diversi Paesi e con formazioni altamente qualificate. Archiviato con soddisfazione il 9° posto da parte degli svizzeri del Vallee de Joux.

Grande lavoro per il direttore di gara, il toscano Andrea Lombardi, e per la ventina di arbitri impegnati nelle diverse località che hanno ospitato la manifestazione.

Migliaia  sono stati i contatti su www.boccealassio.it e per la diretta streaming andata in onda per gli ultimi tre turni di gioco anche tramite il sito www.bocceinvolo.it.

A consegnare i vari riconoscimenti, i premi speciali e i prodotti del territorio (anche piantine di fiori della piana ingauna e un digestivo alle erbe) sono stati il sindaco Enzo Canepa, l’assessore a sport e turismo Simone Rossi per il Comune di Alassio, per la Federazione Internazionale il vice presidente Marco Bricco e il segretario della commissione sportiva Mario Occelli, il consigliere federale Roberto Favre, il presidente regionale Fib Ginetto Pastorelli, l’amministratore unico della Gesco Roberto Bozzolo e il presidente della Bocciofila Alassina Ezio Sardo. Madrine dell’edizione 2018 sono state, come ormai tradizione, due bellezze: l’andorese Arianna Vio e la monregalese Jenny Aimo.
L’organizzazione è stata curata dalla Associazione Bocciofila Alassina in collaborazione con Gesco, Fib Liguria e Fib Savona, sotto l’egida della Federazione Internazionale di quella Italiana, con il patrocinio di Comune di Alassio, Regione Liguria, Provincia di Savona e Coni Savona. Partner ufficiali: Nutella, Impresa Munarin, Silvana Gioielli, Boulenciel, Bouledujour, Olio Sommariva, Ottica Ottobelli, La Publiemme e Happyticket.it.

L’elenco dei biglietti vincenti della lotteria abbinata alla gara è disponibile sul sito boccealassio.it.

ALASSIO 2018 – La Targa d’oro ha promosso ancora una volta l’organizzazione alassina che è già al lavoro per l’appuntamento di fine settembre (26-30/9) con l’Europeo maschile (che in Italia non si svolge da 10 anni), terzo e ultimo dei grandi appuntamenti di bocce in calendario nella Città del Muretto nel 2018, competizione che sarà un importante trampolino di lancio per questo sport, candidato a entrare tra le discipline olimpiche  a far data da Parigi 2024. Info: www.alassio2018.com.
Foto: A. Torrini
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2019 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!