Home » EVENTI » Artisti e nuovi talenti che animano a Palagianello “La notte del Tricolore”

Artisti e nuovi talenti che animano a Palagianello “La notte del Tricolore”

Palagianello. Artisti e i nuovi talenti, tutti rigorosamente di Palagianello, animeranno la “Notte del Tricolore”, dalle ore 18,00 nell’aula consiliare del Comune di Palagianello, mercoledì 16 marzo, prima manifestazione dell’evento “Le radici dell’unità e della libertà”, che si protrarrà fino al 17 marzo, nella ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Si esibiranno: il pianista Giuseppe Greco, il cantante e attore Graziano Galatone, il cantautore Pierdavide Carone, il gruppo Terraross, il Gruppo Folk di Palagianello, i cantanti Alessandro Todaro, Gianluca Diesis e Daniela Fatiguso, il Coro di Santa Lucia diretto dalla prof.ssa Teresa Moscato, il cabarettista Carmelo Mianulli, Giancarlo Capito, Filippo Lilli, i Bambini della Scuola Elementare Marconi, i Ragazzi Diversamente Abili del Centro Diurno, il Coro Scuola Elementare accompagnati dagli Allievi della Scuola Musicale G. Paisiello” diretta da Rocco Cetera. Franco Fischetti leggerà l’articolo 21 della Costizione Italiana. Intanto si è tenuta una conferenza stampa con gli interventi  di Michele Labalestra (sindaco di Palagianello), Giuseppe Anonicelli (assessore alla Cultura di Palagianello) e Dominique Antonacci (direttore artistico).

Durante questa serata speciale sarà consegnata la bandiera dell’Unità d‘Italia alle istituzioni scolastiche (Istituto Marconi, Istituto Settembrini, Scuola Media D’Annunzio, Scuola Materna Parco Casale, Scuola Materna ipab e Istituto Superiore Sforza). Per l’occasione le hostess indosseranno una divisa che richiama il tricolore e gli amministratori, i funzionari e i dipendenti del Comune di Palagianello porteranno una coccarda tricolore, per la durata dei due giorni.

Alla serata saranno presenti lo storico Domenico Caragnano e la prof.ssa Anna Maria Miloiro (quest’ultima discendente di Gian Giuseppe Tateo di Palagianello  che prese parte ai moti mazziniani del Risorgimento), che custodisce abiti e lettere del suo avo e che saranno oggetto di una mostra che si terrà durante l’estate al castello Caracciolo. Giovedì 17 marzo ci sarà il Raduno Folkloristico con la partecipazione dei gruppi folk di Palagianello, Ostuni, Brindisi e Bitonto, affiancati dai bambini in abiti dell’epoca della Scuola Elementare Marconi (seguiti dalle maestre Maria Cleira Marasco, Grazia Spinelli e Nella Caramia) che sfileranno per le vie cittadine, per fermarsi poi in piazza Roma, a partire dalle ore 10,00.

Il Gruppo Folk di Palagianello ha avuto il riconoscimento ministeriale a livello nazionale, su segnalazione del ministro Bondi, con delibera di consiglio comunale dello scorso gennaio; il locale gruppo folk può vantare questo titolo su circa 400 riconoscimenti in tutta Italia.

Altre iniziative sono previste nei prossimi mesi, la prima il 26 marzo con l’incontro delle scuole con il direttore del carcere di Taranto, dr. Luciano Mellone, che parlerà della costituzione. Inoltre sono previste visite guidate a Palagianello come sede dei moti mazziniani, direttamente nei luoghi dei moti, fra cui la masseria don Pietro Dione. Presso l’aula magna della scuola media D’Annunzio, fino al 25 marzo, si potrà visitare di mattina la mostra sull’Unità d’Italia con documenti custoditi presso la biblioteca comunale. Inoltre The Factory Urban Lab ha indetto il concorso fotografico “Un click per il tuo paese”. Palagianello sarà un tripudio di bandiere tricolori e tutti i cittadini sono invitati ad essere protagonisti di un avvenimento così fondamentale per l’unità d’Italia.

Degli artisti presenti alla manifestazione, diamo alcune brevi notizie di tre di essi, che hanno già raggiunto una notorietà internazionale: Giuseppe Greco, Graziano Galatone e Pierdavide Carone. Giuseppe Greco è un giovanissimo pianista che sta bruciando le tappe, un vero enfant prodige. Ha vinto il premio Valter Cococcia a Roma come più giovane diplomato d’Italia con il massimo dei voti dell’anno 2005, la X° Rassegna Musicale dei Migliori diplomati d’Italia svoltasi a Castrocaro Terme e il 47° Concorso Pianistico Internazionale “Arcangelo Speranza” di Taranto.

Graziano Galatone è l’indimenticato interprete di: Febo in “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante; Mario Cavaradossi in “Tosca amore disperato” di Lucio Dalla; Lorenzo il Magnifico nell’opera “Il principe della gioventù” di Riz Ortolani; Renzo ne “I Promessi Sposi” di Michele Guardì, l’opera moderna dal romanzo di Alessandro Manzoni. Galatone, pure attore in un episodio della serie televisiva “Il Maresciallo Rocca 5” con Gigi Proietti, è anche autore di musiche e testi inediti e, fra l’altro, è l’autore dell’opera musical in due atti, già messa in scena, “Bernadette, il miracolo di Lourdes”.

Pierdavide Carone, romano ma palagianellese di adozione, ha debuttato con l’album “Una canzone pop” (100 mila copie vendute nella sola prima settimana e multiplatino). Lo scorso anno ha vinto il premio della critica al talent show “Amici” di Maria De Filippi su Canale 5. E’ fra l’altro autore del brano vincitore del festival di Sanremo 2010 “Per tutte le volte che”, cantato da Valerio Scanu. Ha scritto il libro “I sogni fanno rima”, il primo diario di “Amici” pubblicato da Mondatori e ha pubblicato il secondo album “Distrattamente”. Nella foto l’artista Graziano Galatone
(N.B.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!