Home » NEWS FUORI REGIONE » Arisa è tornata con l’album “Guardando il cielo”

Arisa è tornata con l’album “Guardando il cielo”

Milano. Arisa è tornata in gara al festival di Sanremo con il brano “Guardando il cielo” che ha anche dato il titolo al nuovo album di inediti in cui riesce a cantare con il suo straordinario talento vocale ed espressivo, emozionando su temi che spaziano dall’amore al dolore, dalla passione alla speranza e all’universo.

“Questo disco esprime il mio desiderio di ricongiungermi con la natura – ha ammesso – Più passano gli anni, più io mi sento una donna libera dalle convenzioni di questo tempo. Ho maggiore fiducia nel futuro, da quando ho iniziato a crederci. Prima pensavo continuamente al dopo, invece adesso ho un atteggiamento più positivo e propositivo, perché so che qualunque cosa accada, non potrà mai essere troppo brutta”.

Il singolo “Guardando il cielo” è molto più di una bella e delicata canzone.

“È una riflessione sulla condizione umana e sovrumana con una doppia coscienza, perché il punto d’osservazione è al tempo stesso in cielo e dentro la mischia – ha spiegato – Seguo l’insegnamento di mia nonna e tante volte in cui mi sono sentita in difficoltà, ho cantato il ritornello e il malessere è sparito”.

Un futuro migliore per l’umanità passa necessariamente attraverso il rispetto per la Terra, a cui l’interprete lucana dedica la canzone “Gaia”.

“Io vengo dalla campagna e sono particolarmente sensibile ai dissesti ambientali causati dalla nostra smania di vivere troppo comodi – ha ricordato – Dobbiamo capire che in pericolo siamo noi, perché la Terra comunque si rigenera e si adatta a qualsiasi situazione. Saremo noi umani a subire le conseguenze delle nostre azioni irresponsabili”.

Tutti possiamo contribuire a proteggere la Terra con semplici gesti quotidiani.

“Io uso l’auto solo se è indispensabile – ha rivelato – Preferisco andare in bici oppure a piedi. E nelle mie tante camminate, raccolgo gli oggetti non biodegradabili che trovo gettati per strada. Amo vestirmi vintage e sponsorizzo il riutilizzo di tutte le cose utili e belle che resistono al tempo”.

Due le canzoni scritte da Arisa per questo disco: “Una notte ancora” e ”Io e te come fosse ieri “.

“Scrivendo il testo della seconda mi sono ispirata ai colori che Mango riusciva a mettere nelle sue canzoni con la sua voce sinuosa e limpida e alle atmosfere dei Matia Bazar negli anni ottanta e novanta, con la divina Antonella Ruggiero – ha osservato – La prima, invece, è una filastrocca super sexy, una sorpresa”.

Nei suoi cinque album Arisa ha parlato di amori felici e infelici, dolore, sincerità, bizzarri tradimenti, democrazia, pace, condominii, terra e cielo; non per autocelebrazione, ma per alleggerire la vita degli altri con il suo straordinario talento vocale e la condivisione di emozioni comuni a molti.

“Mi impegno per fare in modo che nelle mie canzoni ci sia sempre un messaggio – ha affermato – Vorrei essere testimone di un vissuto che possa arricchire la vita degli altri. Sono sempre più convinta che l’arte sia l’unico mezzo per cambiare il mondo. I giovani ne sono la prova”.

Nella serata sanremese delle cover, Arisa ha portato “Cuore”.

“Volevo dedicare una canzone al cuore, che mi permette di emozionarmi e cantare in un certo modo – ha concluso – Così ho scelto questo bellissimo brano della grande Rita Pavone che ho interpretato in omaggio alla canzone italiana”.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!