Home » NEWS FUORI REGIONE » Appuntamento con la storia e i protagonisti della ricerca archeologia. Il 24 febbraio a Firenze IX Incontro Nazionale di Archeologia Viva

Appuntamento con la storia e i protagonisti della ricerca archeologia. Il 24 febbraio a Firenze IX Incontro Nazionale di Archeologia Viva

Firenze. Domenica 24 febbraio 2013, dalle ore 8.00 alle 19.00, presso l’Auditorium del Palacongressi (i 1200 posti a sedere non sono prenotabili) , si terrà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica il IX Incontro Nazionale di Archeologia Viva, grande appuntamento biennale con la storia e i protagonisti della ricerca archeologica, organizzato da “Archeologia Viva”, la prima grande rivista italiana di archeologia. Un evento molto atteso da quanti cercano nel passato le ragioni del presente, la cui tutela materiale e ideale viene spesso offuscata dalla subcultura dominante.

“Il rischio è una disastrosa perdita della memoria profonda, che i popoli, come le singole persone, non possono accettare. In questa sorta di analisi collettiva che ci viene proposta dalla ricerca archeologica, tocca a ognuno di noi guardare in faccia la storia. Sono queste le ragioni del nostro appuntamento”. Lo dice 
Piero Pruneti, direttore “Archeologia Viva” che alle ore 8.20
apprirà l’incontro con  il suo intervento
 
«Verso il futuro con la memoria del passato».

Ma ecco l’intero programma.

Alle ore 8.30
interverrà Dario Di Blasi, direttore della Rassegna Internazionale Cinema Archeologico – Museo Civico di Rovereto. Proiezione del film: “La fine degli antichi dèi”, di Elli G. Kriesch, Germania. Ma ecco di seguito i nomi dei relatori (tra parentesi orario intervento) e il titolo della loro relazione.

Luca Attenni, direttore Museo Civico di Lanuvio, e 
Giuseppina Ghini, direttore archeologo Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio (ore 9.30):
«Per grazia ricevuta… Grandi scoperte: la stipe votiva di Pantanacci»
(in collaborazione con Gruppo Tutela Patrimonio Archeologico della Guardia di Finanza); Piero Bartoloni docente di Archeologia fenicio-punica all’Università di Sassari
(ore 10.00): «Nuragici e Fenici: la Sardegna vista dal cielo».

Dopo una pausa per incontri e documentazione, si riprende con Andrea Carandini, docente di Archeologia classica all’Università di Roma “La Sapienza” (ore 11.30): 
«Com’eri bella Roma… Ecco l’Atlante dell’Urbe»; Luigi La Rocca, soprintendente ai Beni archeologici della Puglia, e Giuliano Volpe docente di Archeologia tardoantica e rettore dell’Università di Foggia (ore 12.00):

«Gli splendori di Ascoli Satriano: dai grifoni di un principe daunio alla villa di un aristocratico tardoantico di Faragola»
(in collaborazione con Comune di Ascoli Satriano);

Carlo Peretto, docente di Antropologia all’Università di Ferrara, e 
Roberto Sala docente di Preistoria – Universitat Rovira i Virgili di Tarragona
 (ore 12,30): «Arrivano gli uomini: alle origini del popolamento europeo».

Seguirà (ore 13.00) pausa per pranzo, incontri e documentazione.

Si riprende (ore 14.30) con 
Luciano Canfora, docente di Filologia greca e latina all’Università di Bari:
«Il mondo di Atene: una democrazia perfetta?»; Simona Rafanelli, direttore Museo Civico Archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia (ore 15.00): 
«La Maremma toscana fra Etruria e Roma: dalle prime intuizioni alle ultime scoperte».
Presentazione de La Maremma dei musei. Viaggio emozionale nell’arte, la storia, la natura, le tradizioni del territorio grossetano, di Andrea Semplici (edizioni Effigi). Interviene l’Autore
In collaborazione con Rete Museale della Provincia di Grosseto.

Alle ore 15.30, intervento di
Valerio Massimo Manfredi, archeologo e scrittore:
«Ulisse secondo Manfredi: “Il mio nome è Nessuno”». Segue (ore 16.00) pausa per incontri e documentazione.

Si riprende (ore 16.45) con
Gemma Sena Chiesa, docente di Archeologia classica all’Università degli Studi di Milano: 
«Costantino 313 d.C. L’Editto che cambiò l’Impero». Seguono le relazioni di Daniele Morandi Bonacossi, docente di Archeologia e Storia dell’arte del Vicino Oriente antico all’Università di Udine (ore 17,15):
«Kurdistan iracheno: ritorno nel cuore dell’impero assiro»; Giuseppe Orefici, direttore Centro Italiano Studi e Ricerche Archeologiche Precolombiane (ore 17.45):
«C’era una volta l’Amazzonia. Trentacinque anni di ricerche nel bacino delle Amazzoni».

Alle ore 18.15 
le conclusioni e la chiusura della manifestazione. Interviene:
Cristina Scaletti, assessore alla Cultura – Regione Toscana.

Bookshop a cura di Giunti Editore

A quanti parteciperanno all’incontro, ricordiamo che il Palacongressi di Firenze (piazza Adua 1) si trova vicino alla stazione centrale di Santa Maria Novella. Chi arriva in treno per raggiunge a piedi l’auditorium può uscire a sinistra dalla stazione. Chi arriva in auto può usufruire dei vicini parcheggi della Stazione e della Fortezza da Basso. Chi arriva in aereo a Peretola può servirsi dei bus urbani Ataf o dei bus-navetta dall’aeroporto alla stazione centrale (tempo 15′).

Per ogni informazione, consigliamo comunque di rivolgersi a “archeologia Viva”: Tel. 055.5062303: e-mail  
archeologiaviva@giunti.it

Nella foto la Sala dell’Auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze nel corso di una manifestazione.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!