Home » EVENTI, NEWS, PRIMO PIANO, SAVONA » Albenga. Taglio del nastro per Fior d’Albenga 2012

Albenga. Taglio del nastro per Fior d’Albenga 2012

Albenga. Taglio del nastro per le edizioni 2012 di Fior d’Albenga/Cip&Vip. Questa mattina alle ore 11.30, in una piazza San Michele ricca di fiori, profumi e visitatori, si è svolta la cerimonia di inaugurazione delle nuove edizioni di Fior d’Albenga e Cip&Vip, consuete manifestazioni di inizio primavera, che danno il via alla lunga stagione di iniziative del Comune di Albenga.

Con la presentazione dell’attore ingauno Mario Mesiano (alter ego di Re Carciofo 2012), hanno preso parte alla cerimonia il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza, il presidente della Flor.A.S. Domenico Pizzo, l’assessore Provinciale Roberto Schneck, il vicepresidente del Consiglio Provinciale Gianfranco Sasso, il vicesindaco di Albenga Mauro Vannucci, gli assessori Manlio Boscaglia, Eraldo Ciangherotti, Diego Distilo, Carlo Parodi, Ubaldo Pastorino, il presidente del Consiglio Comunale Massimiliano Nucera. Erano altresì presenti esponenti della Confraternita del Risotto e numerose altre confraternite, rigorosamente in abito caratteristico, quali  l’Antico Ordine dei Cavalieri di Adelasia, l’Ordine dei Cavalieri del Grappolo d’Oro, l’Accademia della Castagna Bianca, l’Ordine Lomellino della Rana e del Salame d’Oca e,  direttamente dalla Francia, la Confrerie de la Vigne et de l’Olivier, la Confrerie des Lichonneux de la Tarte Tatine.

Temi dell’edizione 2012 di Fior d’Albenga, il riutilizzo e il rispetto dell’ambiente. Primo a portare i saluti, il presidente di Flor.A.S. Domenico Pizzo, che ha ricordato che l’iniziativa è dedicata alla memoria di Sandro Ferrando (scomparso lo scorso anno), presentando gli allestimenti e raccontando gli sforzi dell’associazione e dei suoi componenti per realizzare i giardini, e per rendere ogni edizione migliore di quella precedente. Numerose le piazze allestite: Porta Mulino (Azienda Michelini Giuliano), Porta Torlaro (Ditta F.lli Sommariva), largo Doria (Azienda Vincenzo Bellissimo), piazza San Michele (FlorAS), piazza San Francesco (Istituto Agrario), piazza dei Leoni (FlorAS), Palazzo Oddo (Giovani Floricoltori CIA), ex Chiesa San Lorenzo in piazza Rossi (orchidee di Gerolamo Calleri, Ferrando Roberto, Enrico Vincenzo), alle quali si aggiungerà – dal 24 al 30 aprile – il prato inglese “Ricicla e riutilizza” in piazza Rossi.

È stata quindi la volta del presidente della Provincia Angelo Vaccarezza, che ha ricordato Albenga quale sua città natale, ed ha elogiato la manifestazione, che “mette in risalto le eccellenze del territorio, e per questo rappresenta qualcosa di unico ed irripetibile, assolutamente da sostenere e tutelare in questo periodo di crisi”. La parola è poi passata al sindaco di Albenga Rosy Guarnieri. “Vorrei unirmi ai ringraziamenti del presidente Floras e del presidente della Provincia nei riguardi delle aziende agricole e floricole partecipanti, che ancora una volta hanno lavorato alacremente, anche giorno e notte, per rendere sempre più bella questa manifestazione e la nostra Città”.

“Fior d’Albenga, quest’anno in ricordo del compianto Sandro Ferrando, serve a mettere in vetrina quante bellezze la floricoltura albenganese produce, mettendo insieme nuovi prodotti e nuove tecnologie, a conferma del valore di quella che è l’economia trainante del nostro territorio”, ha affermato il sindaco. “Il tema di quest’anno è il riciclo, il riutilizzo, e tutto è stato realizzato con arredi già utilizzati. La nostra Amministrazione crede fermamente nel riutilizzo, nell’importanza della raccolta differenziata e nella tutela dell’ambiente, e anche in questo modo vogliamo sensibilizzare la cittadinanza su questi concetti, nell’interesse dell’ecologia e anche per l’abbassamento dei costi di gestione, e di conseguenza delle tasse per i cittadini”.

“La salvaguardia dell’ambiente è un obbligo, per tutti noi”, ha proseguito. “Chi ama la Città la deve rispettare, ed è paradossale ed assurdo che spesso i turisti e i visitatori rispettino Albenga più di coloro che la vivono tutti i giorni. Per questo invito tutti quanti i fumatori, a nome dell’Amministrazione, a perdere la bruttissima abitudine di gettare i mozziconi di sigaretta, le ‘cicche’ per strada. Il pavimento del nostro meraviglioso Centro Storico è purtroppo pieno di ‘cicche’, gettate da fumatori incivili che le abbandonano per terra anziché usufruire dei numerosi posacenere e contenitori sparsi per il centro urbano e per i diversi bar e locali. È un’usanza intollerabile, che va combattuta”.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!