Home » MUSICA » Albenga piange ai funerali dello chef e musicista Piero Soleti

Albenga piange ai funerali dello chef e musicista Piero Soleti

Albenga. Si sono svolti questa mattina in Cattedrale i funerali di Pietro Soleti, noto a tutti come Piero, personaggio di grande capacità comunicativa e protagonista assoluto per tanti anni del mondo della musica e della ristorazione della Rivera di Ponente.

La cerimonia funebre di Soleti, che è mancato il giorno di Ferragosto a Pietra Ligure all’Ospedale di Santa Corona, è stata officiata dal vicario generale, Monsignor Ivo Raimondo che ha messo in luce il carattere aperto e cordiale, generoso e volitivo di Piero che ha saputo combattere con ammirevole coraggio e forza di fede la lunga malattia che alla fine lo ha stroncato.

Di origini pugliesi, aveva 79 anni ed era molto noto in tutto il comprensorio ingauno soprattutto come chef, per l’attività di ristoratore essendo stato per tanti anni impegnato in uno dei più noti locali del centro storico ingauno: il Ristorante La Rocca, in via Roma, che gestiva insieme alla moglie Carmela Caruso. Dopo essere andato in pensione nel 2010 si era dedicato con maggiore impegno e con grande entusiasmo all’ altra sua grande passione, quella per la musica, che ha coltivato per tutta la vita. Piero ha infatti fatto parte negli anni di un gran numero di complessi musicali e bande del comprensorio fra Andora e Finale Ligure ed in particolare delle due bande cittadine ingaune la Giuseppe Verdi e quella di Pontelungo. Alla cerimonia erano anche presenti commossi colleghi musicisti delle Bande di Andora ed Alassio.

Da giovane aveva svolto l’attività di benzinaio a Diano Marina e di di elettricista a Laigueglia. Poi era riuscito nel 1984 finalmente a dedicarsi alla sua grande passione, quella della cucina e della ristorazione. Soleti era un uomo gentile e cordiale, disponibile e buono, sempre pronto a collaborare anche nel sociale e nel volontariato. Vero personaggio dinamico e volitivo, molto conosciuto non solo dagli albenganesi, ma anche dai turisti perché simpatico e sempre pronto alla battuta era uno dei pilastri della ristorazione cittadina. Oltre alla moglie Carmela, lascia i fratelli, la sorella, i cognati ed i nipoti.

La nostra redazione si unisce al dolore dei familiari e degli amici per la perdita di una così cara e grande persona.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2020 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIV - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!