Home » POLITICA, PRIMO PIANO, SAVONA » Albenga, Ospedale: sindaco replica a segreteria provinciale Pd

Albenga, Ospedale: sindaco replica a segreteria provinciale Pd

Albenga. Il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri risponde al segretario provinciale del Partito democratico Franco Vazio, in merito all’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga.

Dichiara il sindaco: “Gli abbiamo rotto il giocattolo, smascherando il loro progetto. La reazione inviperita con la quale il segretario provinciale Franco Vazio ha reagito a quanto da me denunciato nei giorni scorsi evidenzia una certa rabbia e inquietudine da parte loro, poiché il loro malsano piano segreto, puramente elettorale, di regalare l’ospedale ai privati è ora uscito allo scoperto. Ora tutti sanno delle riunioni carbonare e del salvadanaio elettorale che Vazio tentava di crearsi per recuperare consensi tra gli eletti nelle istituzioni del comprensorio in vista delle prossime politiche, per la realizzazione di un piano che, non me ne voglia il consigliere regionale, si può definire ‘Progetto Miceli’, ovvero trasformare l’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga in una struttura con divisioni di eccellenza gestite dai privati.

“Se queste divisioni saranno regionali o nazionali, mi auguro che Vazio lo voglia specificare pubblicamente e apertamente ai cittadini ingauni che invece preferirebbero accontentarsi di un ospedale di base, come è sempre stato, con qualche eccellenza”, prosegue. “È improbabile e difficile condividere un progetto futuro o futuribile di un ospedale pubblico di eccellenza ad Albenga, specialmente in un momento di grandi tagli imposti dall’alto, tenendo altresì conto che, sul territorio della provincia di Savona già sussistono un DEA di I livello – con prestazioni di alta specialità – al San Paolo di Savona e un DEA di II livello – oltre a quelle del I livello, anche funzioni di più alta qualificazione di emergenza – al Santa Corona di Pietra Ligure”.

“Probabilmente, il politico meno amato dagli elettori albenganesi è stato incaricato dal suo partito di seminare zizzania e, come novello Mosé, dividere le acque nel tentativo di ridurre i danni prodotti da una programmazione sanitaria a dir poco scellerata che, senza dubbio, non porterà buoni risultati elettorali per il Pd ligure”, nota ancora. “Lusingato di aver ottenuto questo incarico distruttivo dal suo partito, non si è evidentemente occupato di impararne i contenuti, riferendoli ancora peggio ai pochi interlocutori che hanno risposto al suo invito, peraltro non tutti soddisfatti di aver partecipato. A sua differenza, con i colleghi sindaci mantengo ottimi rapporti di estrema confidenza: non mi pare che si siano trovati in imbarazzo quando, seduti con me allo stesso tavolo, hanno manifestato unanime dissenso al provvedimento emesso dal direttore generale Asl poi avvallato dalla giunta regionale. Se Vazio avesse prestato maggiore attenzione, il giorno della grande manifestazione pro-ospedale, anziché fermarsi qualche minuto in piazza Croce Bianca e poi sparire imbarazzato, si sarebbe accorto che la scaletta era stata definita dal gruppo organizzatore e dai sindaci stessi, i quali peraltro hanno potuto manifestare il proprio pensiero attraverso le casse del corteo”.

“L’interesse di Vazio e compagni è puramente partitico e politico, non c’è alcuna difesa del territorio. Già alla Festa Democratica, sul tema sanità, si era accuratamente evitato di invitare il sindaco di Albenga e presidente del Distretto socio sanitario, forse per paura di essere in qualche modo oscurati o messi in imbarazzo per la politica altalenante. Il rapporto che ho con l’assessore Montaldo, seppur con posizioni fortemente contrastanti sull’argomento, con incontri di grande confronto, è più schietto e sincero che con loro, che puntano solo a distruggere. Ne è dimostrazione l’ottenimento delle 24 ore di Pronto soccorso – così continuo a chiamarlo – diversamente dalle 12 previste inizialmente, di certo un risultato ottenuto dai sindaci uniti, dalle forze politiche unite e dalle associazioni di volontariato e pubblica assistenza. Non da un partito che difende il territorio solo a parole e che, di nascosto, lavora contro il proprio stesso ospedale”, conclude Rosy Guarnieri, sindaco di Albenga.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!