Home » CULTURA, SAVONA » Albenga. Istituto Studi Liguri: omaggio a Milly Leale Anfossi

Albenga. Istituto Studi Liguri: omaggio a Milly Leale Anfossi

Albenga. Tre interessanti conferenze, dedicate al periodo preistorico nella Valle Pennavaire, vengono organizzate dall’Istituto Internazionale degli Studi Liguri, a partire da domani pomeriggio (alle ore 16) a palazzo Peloso Cipolla ad Albenga.

A curare l’iniziativa e coordinare i lavori è il dottor Andrea De Pascale, Conservatore del Museo Archeologico del Finale.

“Ricerche, ipotesi e studi di Milly Leale Anfossi-Alla scoperta della Preistoria nella Valle Pennavaire” è il titolo di questi appuntamenti: “Si tratta – dice il dottor De Pascale – di una serie di interventi che traggono spunto dalle scoperte fatte da Milly Leale Anfossi, a partire dal 1950”. Avvicinatasi quasi casualmente alla Preistoria, Milly Leali Anfossi scoprì numerosi depositi con livelli Paleolitici, Neolitici e dell’Età del
Bronzo all’interno di numerose grotte e ripari fra cui l’Arma di
Nasino, l’Arma del Cupà, l’Arma dello Stefanin, l’Arma
Crosa e Camere nella Val Pennavaira.

“Si tratta di importanti scoperte – prosegue De Pascale – in un’area compresa fra le Province di Cuneo, Savona e Imperia. Oltre a finanziare spesso in prima persona le ricerche, la studiosa avviò, prima in Liguria, un progetto multidisciplinare di studio con più specialisti e ricorse ai sistemi di datazione radiocarbonica che prendevano allora le prime mosse. Grazie allo studio dell’archivio personale di Milly Leale Anfossi ed anche ad alcuni documenti conservati in quello di Virginia “Ginetta” Chiappella, attraverso lettere, manoscritti, diari di scavo, disegni e fotografie, si è potuto ricostruire l’attività di questa innovativa ricercatrice”.
Andrea De Pascale ripercorrerà proprio, in occasione di questi
tre incontri organizzati dall’IISL, sezione di Albenga, guidata da Cosimo Costa, l’attività di Milly Leale Anfossi, che contribuì in maniera fondamentale all’Archeologia protostorica ligure attraverso una intensa e silenziosa attività di scavo e documentazione durata molti anni in decine di siti, sia già noti in letteratura, sia di nuova individuazione.

La sua attività inoltre ha permesso l’avvio di successive ricerche ad opera di altri studiosi, ed i risultati delle campagne di scavo condotte da Milly Leale Anfossi sono illustrate nella mostra permanente a lei dedicata allestita presso Palazzo Peloso Cipolla. Dopo il primo incontro di domani dal titolo: “Milly Leale Anfossi e Virginia Ginetta Chiappella: il contributo di due donne per l’archeologia ligure”, seguiranno sabato 5 maggioAlbenga, 17 marzo 1955: grotte preistoriche in Val Pennavaira- Una conferenza di Milly Leale Anfossi” e sabato 12 maggio: “Riflessioni sulle ricerche preistoriche nella Val Pennavaira”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!