Home » EVENTI, PRIMO PIANO, SAVONA » Alassio. In gita con Amnesty per chiesette ed oratori

Alassio. In gita con Amnesty per chiesette ed oratori

Alassio. Questo pomeriggio,  tempo permettendo, nella Città del Muretto proseguiranno  i tradizionali appuntamenti con le passeggiate estive storico- naturalistiche promosse dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio in collaborazione con Amnesty International – Gruppo Italia 173. L’iniziativa, che ogni anno riscuote grande interesse tra residenti e turisti, offre l’opportunità di fare facili escursioni alla scoperta della città e delle bellezze naturali ed architettoniche del territorio. L’itinerario di oggi (l’appuntamento è per le ore 17 davanti al palazzo Comunale) prevede la visita a chiesette e oratori della collina di Alassio, fuori dai consueti percorsi turistici, ma non per questo meno interessanti. Lasciata la Parrocchia di S. Ambrogio si salirà per la vecchia mulattiera all’antichissimo oratorio campestre di S. Rocco e da qui in piano alla cinquecentesca chiesa di N.S. di Loreto. Poi un breve sentiero in salita porterà alla carrozzabile per Moglio per raggiungere il caratteristico borgo “Du Castè”, ove sorge l’interessante chiesa della Madonna delle Grazie. Da qui dopo essersi rifocillati al rinomato ed accogliente Ristorante “Castello”, che è uno dei più attivi e magnanimi sostenitori di queste passeggiate storiche, si ridiscenderà in Piazza Sant’ Ambrogio. Ad accompagnare i partecipanti sarà, come di consueto, il professor Bruno Schivo, studioso ed esperto di storia locale. La passeggiata verrà ripetuta anche il 10 agosto. Fino a settembre si potranno scegliere altri itinerari: la Via Iulia Augustea, i luoghi degli “inglesi”, conoscere le bellezze delle colline di Alassio, visitare gli oratori, le chiese ed i musei cittadini, passeggiando nel cuore della Città del Muretto. Il 13 agosto il professor Schivo accompagnerà invece residenti e turisti alla ricerca delle testimonianze della presenza degli inglesi ad Alassio. L’itinerario, in parte su sentieri e mulattiere, s’inerpica sulla collina alle spalle della ferrovia, alla ricerca di quanto è rimasto di quella presenza: le chiese e le ville, il Tennis Club, la West Gallery e la English Library. “Dal 1875 alla seconda guerra mondiale – dice Schivo – Alassio, al pari di altri centri della Riviera, ospitò una assai nutrita colonia inglese. La partenza della gita è programmata per le ore 17, davanti al Palazzo Comunale. La passeggiata si ripeterà il 7 settembre. Il 25 agosto ci sarà invece la visita al Burgus Alaxii. Nei caratteristici carrugi, tra chiese e palazzi, portali di ardesia e dipinti del Seicento verranno fatte rivivere storia, leggende e tradizioni di Alassio. Il programma terminerà con la visita alla Parrocchiale di S. Ambrogio, che risale ad oltre 500 anni fa. Il  14 settembre sarà proposta invece la passeggiata “By night” nei quartieri di levante, tra i carrugi del Borgo Coscia, con visita alla chiesa dei Cappuccini, all’oratorio di S. Erasmo ed a Palazzo Morteo che ospita la Pinacoteca “Carlo Levi”. La partenza è prevista per le ore 21, davanti al Palazzo Comunale. La più classica delle passeggiate, quella sulla Via Iulia Augusta, si svolgerà  (partenza da Albenga alle ore 15) nei giorni 6 e 27 agosto e 10 settembre. L’itinerario si snoderà lungo il tracciato dell’antica strada romana diretta nelle Gallie. “Il tratto tra Albenga e Alassio dell’antica Via Iulia Augusta – dice Bruno Schivo – costituisce una delle più suggestive passeggiate della Liguria. Si partirà dal cuore di Albenga medievale per raggiungere con una breve salita la collina del “Monte”, nei pressi del “Pilone”, monumento funerario del II sec. d.C. Da qui si procederà in piano, ad una quota di circa m.100 s.l.m., tra carrubi e ginestre, ruderi romani e chiese medievali, con bellissime vedute sul mare e sull’isola Gallinaria, antica sede di un potente monastero benedettino. Lungo il cammino, si potranno ammirare i resti dell’anfiteatro romano e di numerosi edifici sepolcrali di epoca imperiale”. Si tratta di un percorso che rappresenta anche un’occasione per ricostruire 2000 anni di storia di questo tratto della Liguria. In due ore di cammino si raggiungerà il Capo di S. Croce, celebre per il suo arco in pietra che Cecil Roberts rese famoso in tutto il mondo e definì “The Portal to Paradise”. Da qui si giungerà ad Alassio. Il calendario delle passeggiate si chiuderà il 18 settembre con il Giro della collina di Alassio e Laigueglia. L’escursione lungo tutta la cerchia delle colline della Baia del Sole, toccherà il santuario della Madonna della Guardia (m. 587 s.l.m.), fino al minuscolo pittoresco borgo di Colla Micheri per poi scendere a Laigueglia da dove con il servizio di autolinea si potrà raggiungere Alassio. Il percorso su sentieri e mulattiere offrirà una insolita visuale sul golfo, sulle cittadine di Alassio e Laigueglia e sulle vallate interne. La partenza sarà alle ore 9 e 30 nel Piazzale di Santa Croce. La partecipazione alle passeggiate è sempre gratuita, ma verranno raccolte offerte a favore di Amnesty International, l’associazione internazionale indipendente che opera per il rispetto dei Diritti Umani.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!