Home » LA SPEZIA, MUSICA » Al via la XVII Edizione del Festival Provinciale “I LUOGHI DELLA MUSICA”

Al via la XVII Edizione del Festival Provinciale “I LUOGHI DELLA MUSICA”

La Spezia. Entra nel vivo il festival di musica per organo “Il suono del tempo”, promosso dall’associazione Cesar Franck diretta dal maestro spezzino Ferruccio Bartoletti. La rassegna è parte del cartellone estivo della Provincia della Spezia. Il musicista suonerà a Teviggio di Varese Ligure mercoledì 20 luglio alle ore 21,15 nella chiesa di San Rocco, dove ancora esiste un organo Gaetano Cavalli del 1908.  In programma, musiche di Frescobaldi,  Zipoli, Donizetti, Puccini.

«Dal 1991, abbiamo salvato trenta strumenti – racconta Bartoletti -  la provincia della Spezia è uno dei territori con una maggior  concentrazione di strumenti storici a livello nazionale. Grazie alla sua posizione geografica, ha avuto influenze di diverse scuole. Nel ‘600 Hermans, gesuita olandese e organaro errante, partecipò alla creazione della scuola ligure, quindi fra 700 e 800 operarono nel territorio organari  lombardi (Serassi, Lingiardi, Bianchi e Cavalli) e toscani ( Agati, Tronci,  Paoli). Nel ‘900 Gaetano Cavalli di Lodi, Giovanni Tamburini di Crema , Carlo Vegezzi Bossi di Centallo , Balbiani Vegezzi Bossi di Milano».

L’assessore Paola Sisti sostiene la crociata della Franck. Spiega, con Bartoletti: «Anche se la storia non potrà mai spiegarci esattamente il senso della musica, la musica può dirci qualcosa sulla storia: queste parole, scritte dal musicologo americano Alex Ross, esprimono alla perfezione un concetto che si addice più che mai al mondo organaro e alla musica organistica. Quest’anno ricorre il 150° anniversario della nascita dell’Italia, e nulla come la cultura ed i beni artistici ed umanistici esprime l’unità di un popolo e rappresenta la sua più grande ricchezza. Abbiamo un centinaio di strumenti di grande valore organario. In questo nostro percorso alla scoperta degli antichi organi, ascolteremo strumenti della scuola organara toscana come Agati e Paoli, lombarda come Cavalli di Lodi e diversi organi settecenteschi liguri. I musicisti, che appartengono alla eccellenza italiana e internazionale, ci offriranno la possibilità di scoprire la letteratura che è stata scritta per questa tipologia di strumenti, e così ci guideranno anche alla scoperta del nostro territorio».


Il maestro spezzino è nato nel 1962, ha iniziato gli studi musicali e pianistici con Mario Fiorentini e Martha Del Vecchio. Concertista di fama internazionale, si esibisce regolarmente nelle più importanti cattedrali, chiese e sale da concerto di tutta Europa. Musicista di formazione classica, è stato tra i primi in Italia a realizzare opere interattive d’improvvisazione all’organo che coniugano narrazione, poesia e immagine.

Note sulla Cesar Franck.

Dalla sua nascita (1991) ha partecipato a restauri e manutenzioni straordinarie di oltre 30 strumenti. La provincia della Spezia è uno dei territori con una maggior  concentrazione di strumenti storici a livello nazionale. Grazie alla sua posizione geografica, la provincia della Spezia ha avuto influenze di diverse scuole. Nel ‘600 Hermans, gesuita olandese e organaro errante, partecipò alla creazione della scuola ligure . Alla luce dei documenti finora conosciuti e delle testimonianze dirette di alcuni particolari costruttivi si può ricondurre l’origine della scuola organaria ligure all’attività lasciata da questo  illustre maestro con organari come  Roccatagliata, Ciurlo e Piccaluga.
Nel ‘700 fino all‘800 operarono nel territorio organari  lombardi (Serassi, Lingiardi, Bianchi e Cavalli) e toscani (Agati, Tronci,  Paoli)
Nel ‘900 hanno lavorato nel territorio diversi organari tra i quali sono da ricordare Gaetano Cavalli di Lodi, Giovanni Tamburini di Crema , Carlo Vegezzi-Bossi di Centallo , Balbiani-Vegezzi-Bossi di Milano.
«La particolarità del territorio spezzino,  già nella prima metà dell’Ottocento, consiste in una grande concentrazione di organi provenienti dalla Bottega Serassi,  la più importante casa organaria tra il Settecento e l’Ottocento – spiega Bartoletti – è da rilevare che nonostante la povertà della popolazione dell’epoca  furono più volti scelti i Serassi. Data la altissima qualità costruttiva, il costo di questi organi era superiore a quello di molte altre botteghe organarie. E quindi è singolare l’impegno e lo sforzo economico  che  le comunità affrontarono  per avere organi belli e di ottima fattura da ascoltare nelle loro chiese. Attualmente, dei sedici organi  costruiti,  se ne conservano intatti cinque. Gli altri hanno subìto manomissioni posteriori. Tra i cinque spiccano l’organo della Pieve di Marinasco e quello della Chiesa SS. Giovanni e Agostino.
Nel rispetto di coloro che, privilegiando la qualità, acquistarono questi pregevoli strumenti, abbiamo il dovere di farli vivere e consegnarli “nella loro integrità” ai posteri».

Note su Ferruccio Bartoletti.

Ferruccio Bartoletti, nato alla Spezia nel 1962, ha iniziato gli studi musicali e pianistici con Mario Fiorentini e Martha Del Vecchio, diplomandosi in organo e composizione organistica al Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova con il massimo dei voti. Si è perfezionato con l’organista danese Knud Vad docente all’accademia superiore di musica di Lubecca e in Francia con Renè Saorgin organista della cattedrale di Monte Carlo e docente al conservatorio di Nizza.
Concertista di fama internazionale, si esibisce regolarmente nelle più importanti cattedrali, chiese e sale da concerto di tutta Europa. I suoi concerti lo hanno portato dalle Cattedrali di Dresda, Parigi, Bourges, Bruges, Principato di Monaco, Amsterdam, Oslo, Stoccolma, San Sebastian,S.Remy de Provence, Søro, Kiev, Amburgo, Breslav, Bratislava, Linz, Monastero di S.Florian – Linz, Bolzano, Merano, Dobbiaco, Trieste, Treviso, Torino, Milano, Roma, Bari, Firenze, Chiusi della Verna, Ravenna, Perugia, Palermo; alle Sale da concerto della Philarmonie im Gasteig di Monaco di Baviera e del Neuen Gewandhaus di Lipsia, dove nel 2004 ha registrato per la M.D.R. la terza Sinfonia di C. Saint-Saens sotto la direzione di Fabio Luisi.

Ha inciso diversi dischi con musiche di J.S.Bach, D.Buxtehude e improvvisazione per le etichette Bottega Discantica e Bongiovanni.E’ stato membro di giuria in concorsi internazionali, ha tenuto per diversi anni corsi di perfezionamento sull’opera organistica di J.S.Bach e R.Schumann all’accademia europea d’organo di Castel Coldrano – Bolzano e sull’opera organistica di G.Frescobaldi e M.Rossi ad Altenfelden in Austria superiore. Ha insegnato organo e canto gregoriano ai conservatori di Latina,Como e La Spezia. Nel 2009 ha tenuto un corso di improvvisazione per l’associazione Musica Temporis e nel 2010 un corso di interpretazione sulla letteratura organistica del romanticismo e tardo romanticismo tedesco presso la chiesa nazionale dei cavalieri – Pisa. Musicista di formazione classica, è tra i primi in Italia a realizzare opere interattive d’improvvisazione all’organo che coniugano narrazione, poesia e immagine.

Da molti anni, oltre alla normale attività concertistica come solista all’organo, si è dedicato alla ricostruzione sonora di diverse pellicole cinematografiche di autori italiani ed esteri, proponendo la tradizionale figura dello strumentista improvvisatore dei primi del Novecento. Dal 2002 è organista del “Ensemble Katharsis” (formazione cameristica, composta da tre strumentisti e un vocalista), con il quale ha registrato un disco prodotto e presentato nella stagione 2007 dalle “Settimane Musicali” di Merano. Sempre con il medesimo Ensemble ha vinto le selezioni del prestigioso premio discografico americano “Grammy” con il disco “Vesprae”.
Dal 1991 è direttore artistico dell’Associazione Musicale “Cesar Franck”, attraverso la quale ha promosso studi, convegni, concerti sugli antichi organi del territorio della Spezia. E’consulente per il restauro degli antichi organi presenti in Liguria e nell’alta Toscana.

L’intero cartellone.

Festival Organistico Il Suono del Tempo

Antichi organi nei territorio della Spezia

Fezzano – Portovenere Venerdi 22 luglio ore 21,30

Chiesa di S.Givanni Battista

ORGANO LUIGI CIURLO 1794  – DELL’ORTO E LANZINI

Andreas Götz – organo

Musiche di: D.Buxtehude,Gibbons,J.S.Bach

Santo Stefano Magra Mercoledi 3 agosto ore 21,15

Chiesa di Santo Stefano

ORGANO GAETANO CAVALLI  1890

Giulio Mercati – organo

Musiche di J.G. Walter, J. Pachelbel, A. Scarlatti, A. Guilmant

Veppo – Rocchetta Vara Venerdi 12 agosto ore 21,15

Chiesa di S.Michele

ORGANO PAOLI XIX SEC.

Pietro Tagliaferri  -  sassofono  tenore

Stefano Pellini  -  organo

Musiche di G. Frescobaldi, D. Scarlatti, J.S. Bach, J. Stanley, A. Vivaldi

Bonassola Domenica 21 agosto ore 21,15

Chiesa di S.Caterina

GLI ANTICHI ORGANI IN SANTA CATERINA

Dal ‘700 al Risorgimento

Fabio Ciofini – organo

Musiche di N. Zingarelli, G. S. Mayr, G. Donizzetti, V. Bellini, M. Novaro



Bolano Venerdi 26 agosto ore 21,15

oratorio dei SS.Antonio e Rocco

ORGANO TOMMASO ROCCATAGLIATA II XVIII SEC.

Canto e Organo nella musica sacra

Astrea Amaduzzi – soprano

Wladimir Matesic – organo

Musiche di M. Monteverdi, G. F. Haendel, J.S. Bach, W.A. Mozart, G. Verdi

Ossegna – Maissana Sabato 24 settembre ore 21,15

Chiesa S.Michele Arcangelo

ORGANO DI AUTORE ANONIMO LIGURE XIX SEC.

Ferruccio Bartoletti – organo

Musiche di: Frescobaldi, Sweelinck,Buxthude,Bach

Ingresso libero


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!