Home » EVENTI, PRIMO PIANO » Al Dizionario: la Forza della Musica con Franco Simone e Mauro Di Domenico

Al Dizionario: la Forza della Musica con Franco Simone e Mauro Di Domenico

Lo scorso weekend al “Dizionario dei sentimenti” di Franco Simone abbiamo appurato che gli ARTISTI, con la sola “forza della musica”, sanno trasmetterci e tramandare valori e storie che devono rimanere impressi nella memoria collettiva mondiale.

In compagnia dell’ospite musicale della settimana, il chitarrista compositore e scrittore Mauro Di Domenico, Franco Simone ha affrontato, con colta analisi storica, due temi importanti: il viaggio dell’emigrazione e la resistenza contro le dittature.

La puntata è stata molto interessante ed apprezzata da tutti, oltre che per la stima e simpatia per il chitarrista partenopeo e il cantautore salentino, anche per i temi sociali e storici trattati, tanto che dopo aver visto lo streaming andato in onda come ogni sabato alle 21:00 su Lazio Tv Latina, una fan dal Cile ha espresso così i suoi complimenti:

FELIZ..!! por fin logre ver el programa y me gusto más aún de ver el video de Javiera Parra , Mauro di Domenico y bueno el bello Franco hablando de mi patria Chile … de un tiempo no grato pero que ya varios queremos dejar atras…”" NO OLVIDAR “”.. Franco yo recuerdo la intervención de Sting en el festival de Viña y todo lo que generó…Un Beso grande.

FELICE..!! finalmente riesco a vedere il programma, e mi è piaciuto ancora di più, di vedere il video di Javiera Parra, Mauro Di Domenico, e il buono e bello Franco, parlando della mia patria Cile… di un tempo non gradevole, ma che già vogliamo lasciare dietro…”NON DIMENTICARE”… Franco, io ricordo l’intervento di Sting, nel Festival di Viña, e tutto quello che generò…Un Bacio grande.

Franco Simone, con canzoni tratte dal suo repertorio poetico-musicale, ci ha cantato dal vivo:

In un minuto” il cambiamento travolgente della vita di un uomo per il passionale innamoramento di una donna che ha conosciuto;

RACCONTO”, il suo percorso di poeta e compositore sempre in viaggio, in partenze con emozioni e storie da cantare, con un duetto in accompagnamento alla chitarra di Mauro Di Domenico (arrangiamento Gianfranco Lombardi);

Mani d’amore“, il sacrificio degli emigranti in cui, l’amore e il sacrificio per una vita migliore per se stessi e i propri figli, sono sempre vincenti.

I racconti di Mauro Di Domenico sono approdati in Foresta Amazzonica, ricordando una indimenticabile e stimata cantautrice folk argentina Mercedes Sosa: icona rimasta fedele alle sue posizioni ed ideali, con grandi sacrifici durante la dittatura negli anni ’70 (per ben 9 volte hanno cercato di ucciderla e stette in esilio dal 1979 a Parigi e a Madrid e ritornò in Argentina solo nel 1982).

Totem della cultura tradizionale argentina, con il fisico appesantito dall’età, Mercedes Sosa aveva però una finezza vocale leggera e danzante come una Carla Fracci (dal pensiero di Franco Simone): recentemente la canzone da lei interpretata (scritta da Julio Numhauser) “Todo cambia” è nel film “Habemus papam” di Nanni Moretti (nel trailer ufficiale è in sottofondo – questa è la sua versione originale di “Todo cambia”).

Mauro Di Domenico ricorda i concerti che tenne con gli Inti Illimani, con musica latino-americana negli anni ’80 quando c’era il coprifuoco e si poteva suonare fino alle 18:00 ad esempio in Lima del Perù.

Per Di Domenico cantare con Mercedes Sosa è stato “uno dei più grandi regali che la vita mi ha dato”, fiero di avere un suo vinile in dono con il suo autografo e la scritta “con todo l’amor del mundo”: la descrive come una donna con la grande “Generosità dei Grandi” menzionava tutti gli autori e faceva i complimenti: dalle parole di Franco Simone “la Mina del Sudamerica” come valore artistico ed anche temperamento.

Fra i suoi brani in repertorio, vi erano i successi di Violeta Parra, Volver a los 17 e Gracias a la vida (una canzone postuma “Canto para una semilla” dagli Inti Illimani e Isabel Parra fu dedicata a sua madre la cantautrice Violeta Parra.)

Nel corso del pogramma, un ricordo musicale al Chile era un omaggio d’obbligo con uno dei successi di Franco Simone “RESPIRO” (LP Respiro 1977) cantata in castellano da Javiera Parra y Los Imposibles (cd AM 2001 – AM + bonus Tracks (Edición Aniversario) 2011)

Franco Simone ne rimarca la bellezza della versione in un concerto a Santiago del Chile che fece con Javiera Parra proprio nel suo Paese: “La cuarta” cilena dà l’annuncio della ristampa del cd AM del 2001 con la cver di Franco Simone “Respiro” per festeggiare il decennale.

Venerdì scorso abbiamo potuto ammirare anche l’esibizione dal vivo dello stesso autore Franco Simone, con l’accompagnamento dell’Orchestra della Rai Diretta da Pinuccio Pirazzoli: RESPIRO” (LP “Respiro” 1977) – “TU… E COSÌ SIA” (LP “Il poeta con la chitarra” 1976) – trasmissione “I MIGLIORI ANNI” – presenta Carlo Conti – 25 novembre 2011 – RAI UNO

I ricordi di Mauro di Domenico ci raccontano una realtà storica cilena terrificante nel periodo della dittatura, in cui la povera gente veniva rapita, gli “scomparsi” (“desaparecidos”), torturati prima di essere eliminati: Una partita persa” poesia di Mauro Di Domenico dedicata ai “desaparecidos” del Chile – tratta dal suo libro “Nati in riva al mondo” letta da Franco Simone in studio, ci ha commosso.

L’erorico e simbolico gesto coraggioso del cantautore Sting che in un concerto a Viña del Mar in Chile gettò la bandiera del potere politico dittatoriale, rimase alla storia, come anche la sua canzone They Dance Alone (Cueca solo) 1987 dedicata alle donne di Plaza de Mayo che a Buenos Aires ballano da sole perchè i loro uomini sono stati fatti sparire da un regime sanguinario, violento, torturatore. riferendosi a le Abuelas de la plaza de mayo.

Diceva Bruce Springsteen della canzone di Sting:

“ho imparato di più da una canzone di tre minuti di tutto quello che ho imparato a scuola”.Video della canzone di Sting “Loro ballano sole” “They dance alone”

Anche gli Inti Illimani tornarono in Chile nel 1988 erano in tour in Europa dopo il Golpe di Pinochet e si trovarono senza Patria e senza Passaporto dal 1973: ritornati in Patria in Cile, ebbero un caloroso benvenuto per un concerto, e si trasferirono in patria definitivamente nel 1990 (“ambasciatori dell’espressione umana del Sud America).

Sono apparsi sul palco Il 15 ottobre 1988 organizzato da Amnesty International, in un grande concerto Estadio River Plate (Buenos Aires, Argentina) gli Inti Illimani con Peter Gabriel , Bruce Springsteen, Mercedes Sosa, Sting, e Wynton Marsalis e a concerti di beneficenza per la Victor Jara Foundation (London, Dortmund, Glasgow) con Peter Gabriel, Paco Peña, John Williams, Emma Thompson, Karen Matheson, Maria Farantouri, Salsa Celtica, e la Rambert Dance Company.

La storia siamo noi” in RAI, con la conduzione di Gianni Minoli, ha proposto, con le Testimonianze di chi ha subito le torture inflitte dalle dittature, attraverso l’impegno di Enrico Calamai, la storia dei desaparecidos e di come un funzionario, lottando contro il proprio governo, si sia assunto la responsabilità dei suoi gesti mettendo in salvo centinaia di persone. (dalle parole di Franco Simone, sono donne sfibrate che non alzano più la voce, ma emettono solo dei gemiti, ma è importante ed utile raccontare oltre all’esporre il proprio dolore.)

Dai discorsi di Mauro Di Domenico e Franco Simone, è opportuna una riflessione: che l’accentramento del potere in una sola persona diventa una dittatura, e che tali persone sono malate, con un esasperato delirio d’onnipotenza. (il problema è anche non solo in paesi in cui le dittature sono state così devastanti, ma anche in “democrazie light” con “tirannie light”).

Nel corso della puntata, per un film che ci ricorda gli effetti nefasti di altre dittature europee nazi-fasciste, è stato molto tenero e commovente il brano  “LA VITA É BELLA” cantato in castellano Franco Simone con l’accompagnamento alla chitarra di Mauro Di Domenico (musica di Nicola Piovani-testo in inglese di Vincenzo Cerami 1997 – colonna sonora di “La vita è bella” regia di Roberto Benigni – sceneggiatura di Vincenzo Cerami – 3 Oscar: migliore colonna sonora, miglior film straniero e miglior attore protagonista).

Naturalmente è una bella canzone ormai famosissima, che i due artisti ci fecero già il piacere di poterla ascoltare cantata dal vivo (il 1° luglio a Roma, quando fu consegnato il premio, da Ennio Morricone a Franco Simone, del Globo d’oro 2011, alla presenza degli autori Nicola Piovani e Vincenzo Cerami.)

Per l’occasione ascoltammo RESPIRO” (LP “Respiro” 1977) cantata in italiano e castellano e “LA VITA É BELLA” (musica di Nicola Piovani-testo in inglese di Vincenzo Cerami 1997) cantata in castellano con alla chitarra Mauro Di Domenico – ROMA 1 luglio 2011 – Accademia Tedesca Villa Massimo – presenta il giornalista Tonino Pinto – Presidente onorario e Direttore artistico del premio Elizabeth Missland – consegna 3 Globi d’oro 2011 della Stampa Estera al film “Native”: miglior regista rivelazione John Real – migliore colonna sonora Marco Werba – migliore canzone da film “Accanto” di Franco Simone (video tratto dalle riprese del film maker Lorenzo Muscoso e di Gold TV di Roma – il film “Native” è in uscita nelle sale cinematografiche a febbraio 2012  e la colonna sonora a cura della Warner Chappell in iTunes).

I racconti di Mauro Di Domenico ci fanno approdare all’argomento del viaggio dell’emigrazione italiana, dal 1876 al 1915, periodo in cui molti italiani cercarono nel “mito dell’America”, un’àncora di salvezza ed una speranza di vita nuova e di lavoro, imbarcandosi sui grandi velieri che salparono dal porto di Genova, Napoli, Palermo, Messina, per vari lidi americani quali: Ellis Island (“Isola delle lacrime” a New York), Buenos Aires, San Paolo, Valparaiso…

Con il video del brano “Genova Valparaiso” che fa parte del doppio cd e dvd “Di Domenico plays Morricone – Sama domè”, l’introduzione che racconta quei viaggi lunghi ed estenuanti in mare, è del grande doppiatore Ferruccio Amendola e quale dolce sottofondo in genovese, vi è la voce di Angela Brambati dei Ricchi e poveri.

Nella puntata quando in cui lo scorso inverno fu ospite al “Dizionario dei sentimenti” Mauro Di Domenico ci parlò della sua collaborazione artistica con Ennio Morricone, con la citazione della canzone in castellano “Magica” di Franco Simone (“Malafemmena” in napoletano di Totò) famosa in terra Mapuche cilena, come ha riportato nel suo “Nati in riva al mondo” libro e cd audio (scritto per il trentennale della morte di Salvador Allende – Voce rap dello scrittore e regista cileno Luis Sepulveda – Voce narrante di Ferruccio Amendola).

“Nati in riva al mondo – In viaggio con Pablo Neruda” cd dvd libro fu edito invece per il centenario della nascita di Pablo Neruda – Rai Trade

(per l’acquisto sono disponibili qui: libro “Nati in riva al mondo” – “In viaggio con Pablo Neruda” dvd e cd).

Mauro Di Domenico è figlio del grande tenore Lello Di Domenico considerato nella scuola della canzone classica napoletana il pupillo del maestro Giuseppe Anepeta.

Fin da piccolo crebbe con la musica in casa, fra gli allenamenti canori del padre accompagnato al piano dalla madre, che interpretava le grandi Opere.

Incominciò a suonare il pianoforte ed accompagnò il padre in vari concerti in Europa, Canada, Stati Uniti …

A 16 anni si esibì alla Rai al programma “Senza Rete” del 1972 presentata da Corrado all’Auditorium Rai di Napoli, con i colleghi Corrado Sfogli della Nuova Compagnia di Canto Popolare, Edoardo Caliendo e Roberto Murolo (Antologia Napoletana), con i quali collaborò in seguito.

Lavorò 21 anni con Massimo Raineri e con Mauro Pagani realizzò 3 cd in studio e 3 cd live in tour.

In studio un altro brano di Mauro Di Domenico “MARE”, trasmesso sempre in video con la voce introduttiva di Ferruccio Amendola, è stato molto delicato e coinvolgente: è nella colonna sonora da lui composta per il film Il mare non c’è paragone di Eduardo Tartaglia 2001.

Mauro Di Domenico ta preparando una sua collaboazione con vari artisti tra i quali Roberto De Simone, Shell Shapiro, Enrico Lo Verso e Franco Simone.

Ecco la sua stupenda poesia letta in studio da Franco Simone:

Una partita persa

Di Mauro Di Domenico

Tratta dal libro del 2002 “Nati in riva al mondo”

Lo que más quiero

la tua impronta sul mio passo

e cercarti col pensiero

sasso dopo sasso

qui nello stadio del Chile

con la testa nel pallone

un pallone preso a calci

perso… desaparecido.

Siamo stati presi a calci

tutti in quello stadio

dove un arbitro impazzito

ha venduto la partita

quella della tua vita

risultato una sconfitta

eliminazione diretta.

Guardalinee stelle e strice

fermi ai lati come bisce

scommettono vincente

Pinocho Presidente,

con lo sponsor Cia e Dina

da Santiago a Quiriquina

Antofagasta Cálama

Temuco e Punta-Arénas

una catena umana

una lunga carovana.

Mira llega El Condor…

Y donde está mi hijo?!

Puma nero il cielo è scuro

ora il gioco si fa duro

corri fratello

per le strade del Cile

correre correre correle correlà

correre corri que te van a matar

spari e urla inappellabili

si abbatte l’odio coscienze impenetrabili

destini che corrono sperano

Dio Desaparecido!

Armonie nate dal dolore

di una generazione

in cerca di una direzione

senza condizione transizione

falsa mutazione…

Donde están?

Son desaparecidos!

Grazie alla vita

che mi ha dato tanto

ci ha dato Violeta

dalla terra che canto.

Cantare in disincanto

e sognare senza pianto.

Grazie alla vita

anche pagando con la vita

e difeso un ideale

un amore virtuale.

Un grido lacerante

Victor Jara Presente!

Farla franca è stato un vizio

eee? Augusto vitalizio

consegnato alla storia

e a chi ha corta memoria

come un arbitro impazzito

che ha perduto la partita

quella della sua vita

davanti al mondo intero

Che strappa il manto nero…

Lo que más quiero.

Corri fratello

per le strade del Cile.

La famosa canzone di Sting dedicata alle nonne e mamme dei “desaparecidos”:

They dance alone (Cueca solo)

di Sting – tratto da LP del 1987 “Nothing like the sun”

Why are there women here dancing on their own?
Why is there this sadness in their eyes?
Why are the soldiers here
Their faces fixed like stone?
I can’t see what it is that they dispise
They’re dancing with the missing
They’re dancing with the dead
They dance with the invisible ones
Their anguish is unsaid
They’re dancing with their fathers
They’re dancing with their sons
They’re dancing with their husbands
They dance alone They dance alone

It’s the only form of protest they’re allowed
I’ve seen their silent faces scream so loud
If they were to speak these words they’d go missing too
Another woman on a torture table what else can they do
They’re dancing with the missing
They’re dancing with the dead
They dance with the invisible ones
Their anguish is unsaid
They’re dancing with their fathers
They’re dancing with their sons
They’re dancing with their husbands
They dance alone They dance alone

One day we’ll dance on their graves
One day we’ll sing our freedom
One day we’ll laugh in our joy
And we’ll dance
One day we’ll dance on their graves
One day we’ll sing our freedom
One day we’ll laugh in our joy
And we’ll dance

Ellas danzan con los desaparecidos
Ellas danzan con los muertos
Ellas danzan con amores invisibles
Ellas danzan con silenciosa angustia
Danzan con sus pardres
Danzan con sus hijos
Danzan con sus esposos
Ellas danzan solas
Danzan solas

Hey Mr. Pinochet
You’ve sown a bitter crop
It’s foreign money that supports you
One day the money’s going to stop
No wages for your torturers
No budget for your guns
Can you think of your own mother
Dancin’ with her invisible son
They’re dancing with the missing
They’re dancing with the dead
They dance with the invisible ones
They’re anguish is unsaid
They’re dancing with their fathers
They’re dancing with their sons
They’re dancing with their husbands
They dance alone
They dance alone

ELLAS DANZAN SOLAS

¿Por qué están aquí, danzando solas?
¿Por qué hay tristeza en sus miradas?
Hay soldados también
Ignoran su dolor
Porque desprecian el amor
Danzan con los muertos
Los que yá no están
Amores invisibles
No dejan de danzar
Danzan con sus padres
Sus niños también
Y con sus esposos
En soledad, en soledad

Yo las vi, en silencio gritar
No hay otra manera de protestar
Si dijeran algo más
Solo un poco más
Otra mujer seria torturada
Con seguridad

Danzan con los muertos
Los que yá no están
Amores invisibles
No dejan de danzar
Danzan con sus padres
Sus niños también
Y con sus esposos
En soledad, en soledad

Un dia danzaremos
Sobre sus tumbas, libres
Un dia cantaremos
Al danzar
Un dia danzaremos
Sobre sus tumbas, libres
Un dia cantaremos
Al danzar

Ellas danzan con los desaparecidos
Danzan con los muertos
Danzan con amores invisibles
Con silenciosa anustia
Danzan con sus padres
Con sus hijos
Con sus esposos
Ellas danzan solas
Danzan solas

Hey Mr Pinochet
Su siembra huele mal
Y ese dinero que recibe
Pronto se terminará
No podrá comprar mas armas
Ni a sus verdugos pagar
Imagine a su madre
Danzando siempre en soledad
Danzan con los muertos
Los que yá no están

Amores invisibles
No dejan de danzar
Danzan con sus padres
Sus niños también
Y con sus esposos
En soledad, en soledad

BALLANO DA SOLE

Perché queste donne stanno ballando da sole?
Perché hanno questa tristezza negli occhi?
Chi sono questi soldati
con la faccia immobile come pietra?
Non posso vedere quel che disprezzano,
stanno ballando con gli scomparsi
stanno ballando coi morti
ballano con gli invisibili
e il loro tormento è indicibile
Stanno ballando coi loro padri
stanno ballando coi loro figli
stanno ballando coi loro mariti
e ballano da sole, ballano da sole

È la sola forma di protesta loro permessa
ho visto i loro volti silenziosi gridare a voce altissima
se potessero dire queste parole, scomparirebbero anch’esse
un’altra donna sul banco di tortura, cos’altro possono fare?
Stanno ballando con gli scomparsi
stanno ballando coi morti
ballano con gli invisibili
e il loro tormento è indicibile
Stanno ballando coi loro padri
stanno ballando coi loro figli
stanno ballando coi loro mariti
e ballano da sole, ballano da sole

Un giorno balleremo sulle loro tombe
un giorno canteremo la nostra libertà
un giorno rideremo di gioia
e balleremo
un giorno balleremo sulle loro tombe
un giorno canteremo la nostra libertà
un giorno rideremo di gioia
e balleremo

Ellas danzan con los desaparecidos
Ellas danzan con los muertos
Ellas danzan con amores invisibles
Ellas danzan con silenciosa angustia
Danzan con sus padres
Danzan con sus hijos
Danzan con sus esposos
Ellas danzan solas
Danzan solas

Olà señor Pinochet
hai seminato un seme amaro
è il denaro straniero che ti sostiene
ma un giorno i soldi finiranno
niente più paghe per i tuoi aguzzini
niente più somme stanziate per le tue armi
e pensa a tua madre
che balla col suo figlio invisibile
Stanno ballando con gli scomparsi
stanno ballando coi morti
ballano con gli invisibili
e il loro tormento è indicibile
Stanno ballando coi loro padri
stanno ballando coi loro figli
stanno ballando coi loro mariti
e ballano da sole, ballano da sole.

Un’altra bella puntata storica che con la “forza della musica”, grazie al “padrone di casa” Franco Simone, ci ha appassionato e fatto riflettere sui nostri passato e futuro di “cittadini del mondo”!

Il repertorio di Franco Simone, cantato dal vivo nelle puntate, è inciso in varie pubblicazioni discografiche edite dal 1972, in ultimo, nel suo cofanetto cd e dvd Nato tra due mari del 2010, nella compilation “C’era il sole ed anche il vento…” del 2011 e nel cd “La musica del mare” di prossima uscita dal 13 dicembre distribuito dalla Self con incluso l’inedito “Accanto” (bonus track – Globo d’oro – migliore canzone da film 2011).

Se avete perso qualche puntata o volete rispolverarne ed approfondirne la visione, tornate a consultare questa pagina internet dedicata al “Dizionario dei sentimenti” con VIDEO – INTERVISTE – ARTICOLI di varie testate giornalistiche scritti su e da Franco Simone – in continuo aggiornamento:

http://www.caarteiv.it/dizionario dei sentimenti franco simone.htm

Imperativo salentino:

SINTONIZZARSI è un privilegio della tecnologia moderna da apprendere

RICORDARSI gli appuntamenti è facoltà mnemonica personale da coltivare

GUSTARSI tutte le puntate del “Dizionario dei sentimenti” di Franco Simone

è segno di maturità e responsabilità musicale!

ATTENZIONE ALLE NUOVE PROGRAMMAZIONI AUTUNNALI DEL “DIZIONARIO DEI SENTIMENTI”: IL WEEKEND NEL SALOTTO MUSICALE DI CASA GOLD DI FRANCO SIMONE INIZIA IL VENERDÍ !

Tutte le programmazioni da VENERDì 2  DICEMBRE 2011:

VENERDÍ:

-alle 20:00- SILVER SAT (can. 892+925 di Sky)

SILVER TV (il vecchio Gold Tv Shop) sul digitale terrestre

-alle 20:00- CANALE 10 (a Firenze e parte della Toscana)

(Canale 10 per ora trasmette le repliche delle prime puntate 2010-2011)

SABATO:

-alle 20:30- – TELESPAZIO TV (CALABRIA)

-alle 21:00- in streaming: sul sito di LAZIO TV Latina

(ore italiane – horas Italia)

http://www.laziotv.com/latina.php

(alcuni programmi consigliati: “Quick time” – “Real Player” – “Windows media Player” – “VLC”)

DOMENICA:

-alle 19:00- LAZIO TV (ROMA)

-alle 23:00- (replica) SILVER SAT (can. 892+925 di Sky)

SILVER TV (il vecchio Gold Tv Shop) sul digitale terrestre

LUNEDÍ:

-alle 20:30- GOLD TV ITALIA (sul canale 179 del digitale terrestre in LOMBARDIA, PIEMONTE, VALLE D’AOSTA, VENETO, FRIULI VENEZIA GIULIA, la provincia di Trento, EMILIA ROMAGNA, LAZIO, CAMPANIA, SARDEGNA)

MERCOLEDÍ:

-alle 20:00- GOLD TV (digitale terrestre Roma e Lazio)

-alle 20:00- CANALE 10 (a Firenze e parte della Toscana)

(Canale 10 per ora trasmette le repliche delle prime puntate 2010-2011)

+DAL LUNEDI’ ALLA DOMENICA

-alle 16.30- 5 minuti col meglio del programma

(UNA PAGINA DEL DIZIONARIO DEI SENTIMENTI)

su GOLD TV (Roma e tutto il Lazio)

Ogni programmazione televisiva e radiofonica è suscettibile di cambiamenti in base alle variazioni del palinsesto dei canali in cui le puntate ed interviste vengono trasmesse.

Per aggiornamenti circa il “Dizionario dei sentimenti” e le interviste radiofoniche a Franco Simone, consultare quotidianamente “Franco Simone Official” in Facebook.

http://www.facebook.com/pages/Franco-Simone-Official/156720677705620

Recensioni delle puntate della quarta serie

“Dizionario dei sentimenti”: l’attore Cosimo Cinieri, la regista Irma Immacolata Palazzo – L’Orchestralunata del Maestro Maurizio Gregori

“Dizionario dei sentimenti”: ospiti il soprano Pina Magri e il cantautore Gianluca Rebuzzi – I talenti della Star Rose Academy

“Dizionario dei sentimenti”: ospiti gli attori Ciro Scalera e Gianni Quinto di “Travolti da un’insolita famiglia…” – il tenore Gianluca Paganelli

Recensioni degli Special Duetti 2011

“DIZIONARIO DEI SENTIMENTI”: Quarto SPECIAL DUETTI fine terza stagione con 18 esibizioni dal vivo internazionali

“DIZIONARIO DEI SENTIMENTI”: Terzo SPECIAL DUETTI fine terza stagione con 15 esibizioni dal vivo internazionali

“DIZIONARIO DEI SENTIMENTI”: Secondo SPECIAL DUETTI fine terza stagione con 17 esibizioni dal vivo internazionali

“DIZIONARIO DEI SENTIMENTI”: Primo SPECIAL DUETTI fine terza stagione con 18 esibizioni dal vivo internazionali

Recensioni di alcune puntate della terza serie

“Dizionario dei sentimenti”: ospiti Makay, Giancarlo Passarella, Italo Mastrolia – Il dibattito sull’importanza dell’arte della segnalazione

“Dizionario dei sentimenti”: ospiti Guido Maria Ferilli, Marco Werba, Fernando Fratarcangeli, Elizabeth Missland, fans di Franco Simone – L’internazionale “Un amore così grande”, il prezioso “Nato tra due mari” e il Globo d’oro “Accanto” del film “Native” di John Real

“Dizionario dei Sentimenti”: ospiti Eugenio Bennato e Mauro Di DomenicoLe tradizioni ed i classici partenopei ed omaggio a Morricone, Totò, Lucio Battisti e Mogol

“Dizionario dei Sentimenti”: ospiti Gianluca Paganelli, Fernando Fratarcangeli e Elizabeth Missland – Il pensiero di Franco Simone sul Festival di Sanremo 2011

“Dizionario dei Sentimenti”: ospiti Gennaro Cannavacciuolo e Carlo D’Andrea - Il pensiero di Franco Simone sulla situazione della musica italiana in radio e tv

Liguria2000news – 3 novembre 2011

LA GRANDE MADRE MUSICALE PUGLIA

Liguria2000news – 6 ottobre 2011

PAISAJE di FRANCO SIMONE: una canzone, un gioco e un record da stadio

POPON – 18 settembre 2011

FRANCO SIMONE, IL CANTAUTORE INTERNAZIONALE E RECORD DA GUINNESS DA STADIO

Liguria2000news – 3 settembre 2011

Una riflessione ora é dovuta: può essere considerata “Paisaje” (“Paesaggio”) di Franco Simone una delle più belle 100 canzoni nazionali ed internazionali del secolo scorso, oltre che di questo appena iniziato ?

Liguria2000news – 5 luglio 2011

FRANCO SIMONE: UNA CARRIERA MUSICALE INTERNAZIONALE DESTINATA AL CINEMA

Liguria2000news – 17 gennaio 2011

Per conoscere meglio musica, poesia e carriera del cantautore internazionale Franco Simone

Liguria2000news – 27 settembre 2011

CARA DROGA di Franco Simone: inno internazionale di ogni generazione

Liguria2000news – 22 settembre 2011

FIUME GRANDE di Franco Simone, un successo internazionale da ufficializzare

Liguria2000news – 15 settembre 2011

LA CASA IN VIA DEL CAMPO di Franco Simone: un fado portoghese in giro per il mondo

FRANCO SIMONE VIENE INTERVISTATO

Ogni lunedì alle ore 11:15, in diretta telefonica
e in replica lo stesso giorno alle 24:00
da Dina Tomezzoli nel corso del suo programma
Buongiorno Lazio” su MusicaRadio 101,5 Latina

http://www.musicaradio.it/musicaradio-speaker/

che si ascolta anche on streaming alla pagina

http://www.laziotv.com/latina.php

cliccando su ON AIR accanto al logo di Musicaradio

per le vostre mail: diretta@musicaradio.it

per le vostre chiamate: 0773 1763507 per i vostri sms: 3801444300

CADA LUNES – en MUSICARADIO 101,5 LATINA

ENTREVISTA A FRANCO SIMONE

HORAS ITALIA 11:00 y 24:00

http://www.laziotv.com/latina.php

picar sobre ON AIR junto a la imagen de LAZIO TV LATINA

Para saber la hora exacta en el mundo y la diferencia horaria,

buscáis la Capital de vuestro país en este sitio:

http://www.timeanddate.com/worldclock/

ROMA 11:00-24:00 – LOS ANGELES 3:00-16:00

MEXICO 4:00-17:00

BOGOTÀ y LIMA y NEW YORK 5:00-18:00

CARACAS 5:30-18:30

SANTO DOMINGO 6:00-19:00

BUENOS AIRES y SANTIAGO 7:00-20:00

MONTEVIDEO y SAN PAULO 8:00-21:00

Ogni programmazione televisiva e radiofonica è suscettibile di cambiamenti in base alle variazioni del palinsesto dei canali in cui le puntate ed interviste vengono trasmesse.

Per aggiornamenti circa il “Dizionario dei sentimenti” e le interviste radiofoniche a Franco Simone, consultare quotidianamente “Franco Simone Official” in Facebook.

http://www.facebook.com/pages/Franco-Simone-Official/156720677705620

FRANCO SIMONE SITO UFFICIALE

http://www.francosimone.it/

FRANCO SIMONE OFFICIAL IN FACEBOOK

http://www.facebook.com/pages/Franco-Simone-Official/156720677705620

Ass. Culturale caARTEiv
http://www.caarteiv.it/

(Simona Bellone)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!