Home » GENOVA, MUSICA » Al Borgoclub di Genova San Martino di scena il jazz del “South Connection” con Vercher, Alfonso, Conte e Carnevali

Al Borgoclub di Genova San Martino di scena il jazz del “South Connection” con Vercher, Alfonso, Conte e Carnevali

Genova. Sabato 17 novembre al Borgoclun (Via Vernazza 7/9r; ore 21.30) sarà di scena il jazz del “South Connection”, la formazione guidata dal sassofonista spagnolo Javier Vercher. Con lui sul palco del salotto jazz più prestigioso del capoluogo ligure, Matteo Alfonso al piano, Lorenzo Conte al basso e Carlo Alberto Canevali alla batteria.

Il tenorista Javier Vercher è un jazzista puro, il cui approccio musicale abbraccia l’old school della tradizione così come l’avanguardia. Emigrato a Brooklyn dalla nativa Spagna, Vercher si fa subito notare per l’imprevedibile intuizione melodica, il profondo senso della ricerca e la grande sintonia che riesce a stabilire sul palco con gli altri musicisti.

Vercher vanta collaborazioni con Bob Moses e l’ultima generazione di jazzisti statunitensi come Robert Glasper, Larry Grenadier, Lionel Loueke, Francisco Mela, Sam Yahel, Ferenc Nemeth per citarne alcuni.

Accanto a Vercher, salirà sul palco del Borgoclub, il pianista veneziano Matteo Alfonso  che ha collaborato, fra l’altro, con Bobby Watson, Francisco Mela, Ray Mantilla, Rosario Giuliani, Pietro Tonolo, Fabrizio Bosso, Gianni Basso, Jimmy Lovelace, Tiziana Ghiglioni, Mauro Negri, Robert Bonisolo e Sandro Gibellini.

Con loro Lorenzo Conte e Carlo Alberto Carnevali.

Lorenzo Conte, contrabbassista formatosi al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, ha alle spalle una lunga carriera che lo ha visto condividere il palco con nomi come Lee konitz, Jesse Davis, Eddie Henderson, Enrico Rava, Ronnie Mathews, Art Farmer, John Hicks, Mike LeDonne, Pietro Tonolo, Dado Moroni, Gianni Basso, Steve Grossman, Chris Cheek, Slide Hampton, Bobby Watson, Eliot Zigmund.

Carlo Alberto Canevali ha un intenso percorso di studi con artisti del calibro di Max Roach, Art Blakey e Philly Jo Jones. Contemporaneamente ha approfondito altri stili con Tony Willis, Peter Erskine e Jack De Johnette, approdando infine alle atmosfere più aperte di Paul Motian, Jon Christensen e Tony Oxley. Il suo tratto più originale è quello di aver saputo portare questo background, condiviso con molti altri musicisti che gravitano attorno al sound e all’estetica del jazz europeo, nei territori della live electronic, creando un ponte reale tra suono digitale e acustico e supportando quest’ultimo con un drumset inconsueto in cui compaiono anche oggetti non abitualmente definibili come “Strumenti musicali a percussione”

Per informazioni. Borgoclub – e-mail: info@borgoclub.com

Prenotazioni: 010.3760090 – 338.6088804

Informazioni si possono chiedere anche a Top1 Communication – Comunicazione  Promozione Organizzazione Eventi e R.P. – Presidente
Dott.ssa Stefania Schintu – Tel. +39 347 0082416;
e-mail: segreteria@top1communication.eu

Nella foto il sassofonista spagnolo Javier Vercher.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!