Home » POLITICA, PRIMO PIANO » Accorpamento Ufficio scolastico regionale, Mondello (Udc): “La Liguria è già stata penalizzata”

Accorpamento Ufficio scolastico regionale, Mondello (Udc): “La Liguria è già stata penalizzata”

Roma. Durante il “Question time” svoltosi oggi alla Camera dei deputati l’onorevole Gabriella Mondello (Udc) ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Istruzione, università e ricerca Francesco Profumo per sapere se la bozza di riforma ministeriale presentata nei giorni scorsi dal vicecapo di gabinetto del Miur, prevede l’accorpamento dell’Ufficio scolastico regionale ligure e di quelli provinciali a quello del Piemonte, con la creazione di un Ufficio scolastico interregionale che avrebbe direzione e sede principale a Torino, una succursale a Genova e alcuni non meglio precisati uffici territoriali;

“Il decreto rientra nei provvedimenti di spending review – afferma la Mondello -  e prevede l’accorpamento di cinque uffici scolastici di piccole regioni ad altri di regioni più estese o limitrofe”. Oltre alla Liguria assorbita dal Piemonte, il Friuli confluirebbe nel Veneto, le Marche nell’Umbria, l’Abruzzo nel Molise, la Basilicata nella Puglia;

È sbagliato non riconoscere anche attraverso strutture amministrative regionali le specificità delle regioni – ha spiegato in aula la Mondello – in quanto la scuola è sempre più inserita nel sistema economico e culturale del territorio, e queste fusioni mettono in serio pericolo le possibilità degli studenti e delle famiglie di far parte di un sistema di formazione di tipo locale”.

È inoltre sbagliato voler ridurre la spesa pubblica amministrativa a scapito del processo di decentramento e del lavoro sul territorio, che valorizza l’autonomia delle scuole e il loro efficace radicamento.

Il ministro Profumo nella risposta ha confermato tale scelta in quanto la dotazione dell’organico degli uffici interessati deve essere ridotta del 20% questo comporta la rideterminazione delle strutture periferiche con il conseguente accorpamento delle Regioni con il minor bacino d’utenza.

Il ministro ha però assicurato che non cambierà il servizio prestato sul territorio regionale anche grazie all’utilizzo di nuove tecnologie coniugando l’efficienza con il contenimento della spesa

Occorre sottolineare come il Governo si  comporta in maniera contraddittoria – ha risposto la Mondello durante la replica –  prima si impegna per rendere operativo entro marzo 2013 il passaggio delle competenze scolastiche alle Regioni, ora invece si orienta su una vocazione piuttosto centralista”.

Oggi più che mai  abbiamo bisogno che la scuola e la formazione siano in stretta connessione con il territorio che esprime precise richieste formative ed occupazionali per far sì che i percorsi proposti siano davvero connessi al mondo del lavoro.

Capisco i principi ispiratori del Governo – ha concluso la Mondello – ma non posso rimarcare che Regioni come la Liguria sono già state colpite con la riduzione delle Provincie e dei Tribunali”.
(C.S.)





Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!