Home » ARTE, IMPERIA, PRIMO PIANO » A Sanremo non solo Festival: al Museo Civico Palazzo Borea d’Olmo presentate le opere dell’artista Antonio Rubino

A Sanremo non solo Festival: al Museo Civico Palazzo Borea d’Olmo presentate le opere dell’artista Antonio Rubino

Sanremo. Nella settimana del Festival, Sanremo presenta un’iniziativa dedicata ad uno dei suoi figli più illustri, Antonio Rubino, fra i più grandi artisti italiani del Novecento, padre del fumetto e illustratore di fama internazionale.

Per valorizzare il patrimonio culturale cittadino prediligendo quelle opere che attestano il legame con la città, l’Amministrazione Comunale, grazie alla preziosa sinergia tra pubblico e privato,  ha acquisito cinque opere del poliedrico artista. Si tratta di:

1)           Faunetta (olio su tela cm. 100×160)

2)           Rimpianto (tempera su carta cm. 28×45)

3)           L’amante della luna (tempera su carta cm. 52×24)

4)           La superstizione (tempera su carta cm. 43×37)

5)           Le voci del mare (olio su tela cm. 34×48).

Le opere sono state esposte su cavalletti davanti ai presenti: il sindaco Maurizio Zoccarato, l’assessore alla Cultura Claudia Lolli, la nipote dell’artista, Antonietta Rubino, e il giornalista RAI Vincenzo Mollica, appassionato estimatore dell’artista. Presenti anche il consigliere comunale Marco Mauro, Giuseppe Di Meco e numerosi rappresentanti di associazioni culturali cittadine.

Dopo una presentazione della direttrice del Museo, dr.ssa Loretta Marchi, che ha spiegato come si è arrivati all’iniziativa, la parola è passata a Mollica, ‘rubiniano di ferro’, come lui stesso si è definito, che ha manifestato il suo entusiasmo, complimentandosi con l’Amministrazione Comunale per l’operazione.

«L’acquisto delle opere di Rubino – ha detto il giornalista – è un segno di grande speranza per la cultura del nostro paese che vive di opere d’arte». Mollica, che ha manifestato anche il suo apprezzamento per il nuovo volto di Sanremo, con via Matteotti pedonale, ha concluso ringraziando il Sindaco per il ‘regalo’ che ha fatto ai sanremesi ma anche ai turisti italiani e stranieri.

E l’impegno dell’Amministrazione Comunale verso la cultura è stato rimarcato dall’assessore Lolli, che ha parlato di Sanremo come luogo di cultura del paesaggio, con le sue ville liberty, il suo patrimonio botanico e anche quello artistico.

«La nostra – ha sottolineato – è una sfida verso la cultura, come l’iniziativa dell’artista contemporaneo Michelangelo Pistoletto, il giardino del Terzo paradiso, con cui è stata restituita una piazza alla città».

«Vogliamo valorizzare gli artisti di Sanremo – le ha fatto eco il Sindaco – ricordandoci di chi ha fatto grande il territorio. Sanremo ha l’industria del turismo e noi abbiamo la fortuna di avere un bellissimo clima e un territorio di grande attrattiva. Rubino come Calvino sono gli elementi che devono caratterizzare il Museo, creando intorno al loro nome e alle loro opere iniziative di richiamo culturale».

Antonietta Rubino, infine, nel ringraziare tutti coloro che si sono adoperati e spesi per il suo celebre nonno, ha annunciato la scoperta di nuovi e inediti documenti nel corso dell’opera di catalogazione delle carte dell’artista che sta portando avanti. “Saranno una sorpresa per Sanremo», ha promesso.

Rubino, disegnatore, pittore, illustratore e poeta, è stato celebrato a Sanremo con diverse iniziative nel corso degli ultimi decenni. L’ultima, in ordine di tempo stata l’esposizione “L’UNIVERSO FANTASTICO DI ANTONIO RUBINO nella collezione di Antonietta Rubino Cutini e nelle collezioni civiche“, in collaborazione con l’Università di Genova, con oltre duecento pezzi in esposizione, voluta dal Comune per celebrare i 130 anni dalla nascita dell’artista (1880 – 2010).

Questa mostra è stata significativa perché ha posto le basi per la creazione, tramite l’acquisto dei cinque dipinti dalla nipote, Antonietta Rubino, di un’apposita sezione all’interno del Museo Civico dedicata all’artista, iniziativa che ha avuto anche il ‘placet’ della Soprintendenza per i Beni Artistici della Liguria.

La Biblioteca Civica, inoltre, è una delle poche in Italia a possedere la collezione originale completa del “Corriere dei Piccoli”, rivista di cui Rubino fu uno dei fondatori e dei più prolifici collaboratori. Delle 5 opere, si segnala, per le grandi dimensioni e per il legame con Sanremo, “La faunetta” (1926), realizzato per il “Morgana”, lo stabilimento balneare d’epoca liberty, tuttora esistente, a cui lo stesso Rubino aveva dato il nome e per il quale aveva creato opere decorative al suo interno.

Una curiosità che ‘lega’ Rubino al Festival: sul soffitto dell’atrio del Teatro Ariston è murato un dipinto dell’artista “Pierrot (Stregato dalla luna)”, opera gemella della “Faunetta” che da oggi si può ammirare al Museo Civico.
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!