Home » CULTURA, GENOVA » A Compagna. Silvia Bottaro: “Il paesaggio dell’entroterra savonese come tema per alcuni pittori di fine Ottocento/metà Novecento: il caso della Scuola dei Grigi”

A Compagna. Silvia Bottaro: “Il paesaggio dell’entroterra savonese come tema per alcuni pittori di fine Ottocento/metà Novecento: il caso della Scuola dei Grigi”

Genova. Martedì 12 marzo, alle ore 17, si terrà a Palazzo Ducale, presso la sala “Francesco Borlandi” della Società Ligure di Storia Patria (entrata da De Ferrari, primo atrio, loggiato piano terra, seconda porta sulla sinistra), il ventunesimo appuntamento della serie di conferenze “I Martedì de A Compagna”. L’ingresso è libero.

Tema dell’incontro: “Il paesaggio dell’entroterra savonese come tema per alcuni pittori di fine Ottocento/metà Novecento: il caso della Scuola dei Grigi” a cura di Silvia Bottaro Debenedetti.

«Il vedutismo ligustico – scrive il professor Franco Bampi, presidente dell’associazione genovese A Compagna – entra in questa conversazione/ricerca sia per la ricostruzione del paesaggio ligure, sia per conoscere alcuni artisti liguri che lo hanno inteso quale “paesaggio d’artista”: perché l’uomo ha riversato se stesso nel paesaggio ed in esso si è rispecchiato fino ad intenderlo quale stato d’animo. Si passa da una acuta osservazione naturalistica e tonale allo studio della luce. La “scuola grigia” trovò sulle rive della Bormida un luogo ideale per creare opere che esaltano, in un certo modo, quel senso di vita naturale, di espansa atmosfericità, tutta presente nella luce, nelle tonalità intime, ricche di poesia interior; così si parlerà, tra gli altri, di Rayper, De Andrade, Issel, Musso in una panoramica di colori, composizioni, brevi commenti. Molti artisti (Peluzzi, Gallo) affrontano il paesaggio quale percezione dell’oltre: sono colpiti dalla bellezza della natura senza tempo, quasi maestosa nella sua silenziosa vastità. Molti quadri racchiudono la poetica del loro autore, altri sono quasi astratti nella loro concretezza, Giorgio Morandi diceva: “Non c’è più nulla di astratto del reale” indagando l’invisibile che si intuisce attraverso le cose».

Silvia Bottaro Debenedetti, laureata in pedagogia presso l’ateneo di Genova, ha svolto la professione di direttore della civica Pinacoteca e Museo di Savona. Attualmente è critico e perito d’arte e si occupa di arti visive dell’Ottocento e contemporanee.

Il semestrale circuito d’incontri organizzato dall’associazione A Compagna è iniziato il 2 ottobre scorso e terminerà martedì 26 marzo.
(Daniela Cassinelli)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!