Home » NEWS FUORI REGIONE » A Bossea cerimonia di premiazione 14° concorso di poesia e prosa “Il Giardino delle Parole”

A Bossea cerimonia di premiazione 14° concorso di poesia e prosa “Il Giardino delle Parole”

Frabosa Soprana (CN). Sabato 22 settembre nella sala polivalente di Bossea si è svolta la cerimonia di premiazione del Concorso di Poesia e Prosa “Il Giardino delle Parole”, organizzato dall’Associazione Culturale “E Kyé” di Fontane e con il patrocinio della Città di Mondovì, Assessorato alla Cultura, giunto quest’anno alla 14^ edizione. Una serata che ancora una volta ha richiamato un pubblico numerosissimo proveniente da varie località vicine e lontane: Genova, Albenga, Valleggia, Garessio, Prea di Roccaforte, Pianfei ecc… Riuscitissima sotto tutti i punti di vista. Di ottimo livello tutte le opere pervenute, il compito della giuria infatti non è stato facile perché in questa edizione, per spontanea espressione di tutti, ha privilegiato la struttura classica della poesia, il canto poetico, la successione scandita dalle rime.

Per quanto riguarda la Prosa toni diversi nelle opere selezionate, dal sereno e ritmico condursi del racconto alla limpidezza di un narrare che non pretende nulla se non la semplice e viva trasmissione di un ricordo sino ad arrivare al poeta che parlando della veglia non ci racconta nulla, guarda alla veglia come tale, ormai passata e ci trasmette il suo pensiero accompagnato dall’amara constatazione che non tornerà e la fa in maniera incisiva, alla montanara, con poche frasi e con poche parole che cadono taglienti ed efficaci.

Per la sezione Poesia sono stati assegnati due Primi premi ex equo a due opere, una in dialetto ligure una in Kyé, per la loro valenza strutturale e per l’armonia del contenuto che offre spunti di riflessione. Simonetta Bottinelli (nella foto) di Valleggia (SV) non nuova ai successi letterari in alta Valle Corsaglia con “‘Na sejann-a d’invernu”, ha consegnato il premio il vicesindaco di Frabosa Soprana Aldo Peirano e Vincenzo Bolia di Albenga con “Frije ed l’énima” (Coriandoli dell’anima). Secondo premio per Maria Luisa Danieli di Torino con “La giurnà pi bela” in piemontese. Terzo premio a “Una sera d’inverno” di “Nonna bis” alias Anna Basso ved. Campero di Pianfei, una nonnina sempre sulla breccia dei versi.. Anche a lei ha consegnato il premio Aldo Peirano in rappresentanza del presidente dell’Associazione Culturale “E Kyé” di Fontane M/a Nella Bottero.

Per la sezione Prosa il Primo Premio è stato assegnato a “Una serata invernale” di Irene Negro (Garessio). Un racconto piacevolissimo, ambientato in alta valle Corsaglia, una descrizione attenta e  profonda della vita in montagna, un racconto che fa vivere la memoria.

Secondo premio a “Oci tempi” (Altri tempi) di Romano Nicolino, già insegnante elementare. Traspare dal racconto una freschezza particolare che al lettore trasmette la quasi convinzione che il tutto sia solo successo ieri e non già agli albori della carriera docente. Uno spaccato di vita vissuta, un’esperienza indimenticabile in quel di Tagliante, piccola frazione della Valle Casotto.  Ha consegnato il premio il fondatore del Museo della Poesia di Garessio, Giampaolo Canavese. Terzo premio ad un affezionato autore sempre presente nelle varie edizioni del Concorso, Bruno Bianco di Montegrosso d’Asti con “La stagione buona”. Narrazione che procede con un ritmo ed un linguaggio tali da destare l’attenzione del lettore sempre senza nulla togliere al giusto rilievo che viene costantemente riservato ai fatti. Una testimonianza storica di rilievo.

Menzione d’onore per la Prosa a Alberto Verardo di Genova con “La casa in collina”. Un testo breve, ricco di sfumature e di personaggi, un piccolo affresco dove l’essenzialità e la capacità descrittiva si fondono mirabilmente. Per la Sezione “Ricerca Etimologica” una sola opera che come sempre rivela una professionalità e una passione, oserei dire, non comuni per la ricchezza di particolari che offre, per l’attenta ricerca che la supporta. Una documentazione storica di rilievo. Autrice Irene Negro di Garessio alla quale viene assegnata una speciale “Menzione Honoris Causa”. Un accenno più che meritato per l’opera fuori concorso, sempre per quanto riguarda la Prosa, “Farfalle bianche” di Igor Botte. Una bellissima favola per bambini che meriterebbe di essere presa in considerazione.

La cerimonia di premiazione si è conclusa con i ringraziamenti degli organizzatori all’Amministrazione Comunale di Mondovì per il supporto accordato tramite il Sistema Bibliotecario nella persona del direttore, dott. Livio Attanasio, al quale è andato un sincero pensiero di gratitudine, ai giurati sempre disponibili ed attenti, ai gestori della grotta di Bossea per l’accoglienza ed a quanti hanno voluto essere presenti nonostante gli impegni e le distanze. Infine c’è stato un caloroso applauso e l’arrivederci all’edizione n. 15, primavera 2013.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!