Home » NEWS FUORI REGIONE » 9° Festival Musica Controcorrente. Vince Alessio Alessandra. Al secondo e terzo posto la band Armonici Distratti e il duo Respiro. Super ospite Max Manfredi

9° Festival Musica Controcorrente. Vince Alessio Alessandra. Al secondo e terzo posto la band Armonici Distratti e il duo Respiro. Super ospite Max Manfredi

Collicello di Amelia/Terni. Spenti i riflettori sulla 9^ edizione di Musica Controcorrente, la rassegna di musica d’autore che si è svolta giorni fa nel borgo medievale di Collicello di Amelia.

Alessio Alessandra, da Palermo, originario di Novara, si è aggiudicato il Primo Premio assoluto del valore complessivo di € 4.500 (Borsa di studio da € 1000,00, Realizzazione del Videoclip della canzone vincitrice per un valore di € 2.000,00 e un Book fotografico digitale per un valore € 1.500,00) oltre ad una proposta di contratto editoriale/discografico. Il cantautore siciliano con il brano “La vita di un morto (Signor Caronte)” ha convinto ad unanimità la giuria di altissimo livello formata da personalità di primo piano del panorama musicale nazionale. Tra questi, l’artista ligure Max Manfredi, vero e proprio fuori classe della canzone d’autore italiana in veste di presidente di Giuria, Giancarlo Passarella direttore di MusicalNews, Giuseppe Anastasi (cantautore ed autore tra gli altri di Arisa, Anna Tatangelo, etc.), Luca Angelosanti e Francesco Morettini (autori per Mina, Renato Zero, Gianni Morandi, Nina Zilli, Emma Marrone, Alessandra Amoroso e tanti altri), Francesco Valente (chitarrista e produttore artistico per Niccolò Fabi, Nada, Tiromancino, Riccardo Sinigallia, Luca Carboni…), Giovanni Spinosa (esperto di media e comunicazione musicale), Maurizio Ferrario (cantautore).

Al secondo posto la band Armonici distratti con il brano inedito “Come on” e al terzo posto i Respiro (Lara Ingrosso e Francesco del Prete), duo pugliese violino e voce che si è aggiudicato inoltre il Premio Endas Musica Controcorrente e anche il premio ex equo per il miglior arrangiamento di Samuele Bersani (Autore Controcorrente 2013) con “Il mostro”. Sempre per la sezione miglior arrangiamento, premiata Liana Marino (CB), che ha presentato una versione molto intensa voce e chitarra di “Giudizi universali” e Lorenzo Meazzini (AR) che ha proposto “La soggettiva del pollo arrosto” con chitarra e loop machine.

Il premio della critica è stato assegnato a Riccardo Azzali di Roma, classe ’90, studente di fisica e animatore per i villaggi Valtur che ha proposto il brano inedito “La Barba”.

La giovanissima band di Taranto, età media 15 anni, Gentileska, si è aggiudicata il premio FIOFA, mentre il Memorial Nicoletta Garroni, che premia l’inedito che mette al centro la “persona” in contrapposizione al consumismo e i valori culturali, morali e propri dei piccoli borghi, è andato a Ninhalua di Palermo.

Ad aggiudicarsi il premio per la canzone più votata sul web messo in palio da We Want Radio, media partner della manifestazione, è stato il brano “Infernalmente terreno” di Barbara Vesce & L’ouverture de le sense (AV) che sarà protagonista di una puntata monografica di “I Like it!” programma dedicato alla musica emergente di qualità.

Edizione di altissimo livello condotta magistralmente dal giornalista Pierluigi Sbaraglia affiancato dalla splendida cantante Carlotta e che ha visto nella tre giorni della kermesse una grande presenza di pubblico e un ottimo riscontro mediatico.

Il Concorso Musica ControCorrente è patrocinato da Comune di Amelia, dalla Provincia di Terni, dalla Regione Umbria e F.I.O.F.A. ed è sostenuto dalla Proloco di Collicello di Amelia.


Qui di seguito pubblichiamo con piacere le biografie dei vincitori.

1° Premio assoluto “Musica Controcorrente 2013” ad Alessio Alessandra con “La vita di un morto (Signor Caronte)”.

Residente ad Alcamo (TP), Alessio Alessandra nasce in provincia di Novara il 22 aprile 1979 ma, già nei primi anni di vita, si trasferisce con la famiglia in Sicilia. Si avvicina al mondo della musica da autodidatta nell’adolescenza, periodo nel quale si cimenta come cantante di formazioni rock. Negli anni matura una spiccata attitudine alla composizione di canzoni, ispirate da un crescente interesse per la musica d ‘ autore e per il teatro-canzone. La crescita artistica del cantautore passa anche per l’approfondimento della musica jazz e del cantautorato europeo.

Il ruolo della musica è fondamentale nella vita dell’autore, il quale si dedica parallelamente anche agli studi giuridici presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Palermo. Nel corso dei primi anni di università, Alessio continua a comporre brani con l’aiuto del pianoforte, strumento di cui apprende i rudimenti presso la scuola del Brass Group di Palermo.

Nel 2008, consegue la laurea e, abilitato alla professione forense, intraprende la carriera di avvocato penalista. Nel 2009 entra a far parte, in qualità di frontman e di compositore, della formazione pop/folk “Piccola Orchestra Malarazza”. Con essa il cantautore si forma sui palchi di piazze e nei locali dove, esprimendo il proprio impeto teatrale, trasmette al pubblico un carico di energia che regala ogni volta spettacoli impegnati ed al contempo divertenti. Con la Piccola Orchestra Malarazza, il cantautore riceve numerosi premi e riconoscimenti. Nel 2011 le canzoni del cantautore superano i confini dell’amata Sicilia, attraverso la partecipazione a programmi televisivi di rilievo nazionale.

Dopo una intensa tournèe estiva, nell’autunno del 2011 Alessio Alessandra si stacca dalla Piccola Orchestra per intraprendere un percorso prettamente cantautorale.

Decide di intensificare la propria attività creativa, incrementando il proprio repertorio di nuove creazioni. Alle già apprezzate “La marcia della mela marcia”, “Vivo di la (la’)” e “Tino Vitalino”, si aggiungono “Signor Caronte”, “Ben 10 euro”, “La canzone senza senso”, “Il mio amico pazzo”, “La giustizia dei re”, etc.

Collabora con validi musicisti del panorama musicale siciliano, tra i quali: Giuseppe Rizzo (arrangiamenti, chitarre, sinth), Gabriele Giambertone (chitarre), Federico Gueci (contrabbasso, basso elettrico), Vincenzo Alonzo (pianoforte, sinth), Ciro Pusateri (sax soprano, s. tenore, s. contralto, flauto traverso, ewi), Maurizio Gula (batteria, percussioni).


Al secondo posto la band Armonici Distratti di Terni con “Come on”.

Il gruppo è composto da Salvatore Di Stefano (vox-chitarra acustica) Alessandro Quadraccia (batteria) Mirko Marzoli (Chitarra elettrica) Giordano Guerri (Basso)….tutti nati e cresciuti ad Amelia e, nei piccoli vicoli del paesino, hanno cominciato a strimpellare.

Suonano da oltre 15 anni anche se l’attuale formazione nasce dopo anni di antagonismo tra due più importanti band locali. Gli “Armonici Distratti” hanno sempre avuto una grandissima passione per il pop-rock di stampo anglosassone e, la reinterpretazione e proposizione di grandi cover li ha resi, non a caso, leader incontrastati di tutta la provincia di Terni.

Salvatore Di Stefano, tra l’altro, vanta anche una lunga esperienza come solista avendo vinto parecchi concorsi (musicacontrocorrente, Cantagiro, TimTour) ed essendo stato un allievo del CET di Mogol. Ha, tra l’altro, composto numerosissimi brani e cantato anche con grandi BIG della musica pop nostrana. Ancora oggi continua a comporre per se e per il gruppo qualora…non si sa mai, dovesse capitare la grande occasione.Il gruppo trova la sua naturale agiatezza e naturalezza nel “live”. Il “live” è la loro dimensione naturale. Da Amelia a Terni, a Perugia a Roma, a Palermo a Milano….ovunque suonano è festa, è allegria, è puro divertimento.

Oltre 500 performance “live” fanno del gruppo uno dei più contesi dei club locali e ciò grazie alla grande capacità comunicativa e di coinvolgimento del leader Salvatore Nitto Di Stefano e della bravura di tutti I componenti i quali, a loro volta, vantano anche significative collaborazioni artistiche.


3° classificato (anche Premio ENDAS e Premio Miglior Arrangiamento Autore Controcorrente 2013 – ex-aequo) il duo Respiro con l’inedito “Vola intorno” e con “Il mostro” di Samuele Bersani.

Duo violino e voce. Francesco Del Prete, musicista e compositore, con il suo violino francese a 5 corde, color azzurro cielo, intraprende un cammino di ricerca che mira a superare lo stereotipo del violino come strumento prettamente melodico. Una pedaliera multieffetto ne colora e ne elettrizza suoni e timbri e una loop-machine registra e sovrincide le varie tracce, trasformando un unico strumento in un’intera orchestra. 
Lara Ingrosso, una giovane donna, sin da bambina immersa nella magia dell’arte in tutte le sue forme, non può fare a meno di rispondere al richiamo che essa sembra esercitare su di lei. Con amore decide di dedicare la sua vita al canto, alla recitazione, alla scrittura, alla danza esplorando e sperimentando tecniche e generi di varia natura, per portare alla luce un’originalità esecutiva che divenga portavoce di una sinergica unione tra questi ultimi.

Due percorsi dapprima paralleli, si incrociano e danno vita ad un progetto Pop che porta dentro di sé un arcobaleno di sonorità differenti (dal jazz, al rock, alla musica etnica ecc…), rifacendosi all’esperienza e all’apporto creativo di entrambi i due artisti, che oltre ad ottenere numerosi riscontri durante i live e non solo, accedono alla finale del TOUR MUSIC FEST 2012.

Così RESPIRO viaggia su “Treni di follia” per visitare il mondo e i suoi colori, i suoi “Attimi d’infinito”, e “A piedi nudi” danza e racconta la sua musica.


Premio della Critica Controcorrente 2013 al romano Riccardo Azzali con “La barba”.

Nato a Roma nel 1990, Riccardo Azzali è diplomato al liceo classico ed ora studio fisica all’università. A 16 anni ha cominciato a lavorare nei Mc Donald contemporaneamente allo studio e all’età di 19 ha intrapreso la carriera di Animatore-musicista con la Valtur, impiego che d’estate svolge tutt’ora. Ha cominciato a scrivere canzoni a 21 anni e nel giro di un anno ha avuto ottimi riscontri e riconoscimenti nei vari locali romani in cui ha suonato e suona.


Memorial Nicoletta Garroni- Musica Controcorrente 2013 alla palermitana Ninhalua interprete di “Marmitta”.

Ninhalua nasce dall’idea di Carla Manduca (cantautrice) di dare nuova identità alle sue ultime canzoni, alla ricerca di un suono originale caratterizzato dall’utilizzo di strumenti prevalentemente acustici e provenienti da culture musicali diverse. Dal 1997 al 2004 Carla Ë stata la vocalist e autrice di testi e melodie del gruppo romano Snafu, con i quali, oltre a pi˘ di 150 performance live in tutta Italia, ha partecipato a diversi Festival ed eventi musicali, tra i quali: Arezzo Wave, Enzimi, Musicultura, Marte Live, MEl, Festival di Berlino. Nel 2003 gli Snafu sono stati gruppÚ spalla di Caparezza al Villaggio Globale, Roma. Inoltre ha inciso con gli Snafu un singolo di tre brani “Mondi invisibili”, registrato al Cave Studio di Catania, per la Sonorica Record (1999/2000); e un’autoproduzione del disco “Surrogato di offerte speciali” uscita nel 2003 a Roma.

Con gli Snafu ha anche partecipato ad alcune esperienze televisive: 1999 RAI International intervista ed esibizione live, nel 2000 Stream: intervista ed esibizione live acustica. Tra il 2000-2001 un cortometraggio “Snafu”, girato a Roma per la Keta Production, Ë stato presentato al Festival Internazionale Arcipelago di Roma. E nel 2003 la realizzazione del video Molto chic, brano tratto dal disco autoprodotto “Surrogato di offerte speciali” Ha inoltre collaborato con il dj D.a. Mood come vocalist per la produzione del disco inglese Some kind of angel every day (Roma, marzo 2004) e con lo Studio di registrazione e produzione Hang Loose (Roma) come vocalist nella compilation Corallo beach edita nel 2001.

2006-2007 vocalist dei Gente Strana Posse di Palermo, con i quali ha inciso il disco autoprodotto “La storia si ripete” (2006, Palermo). Nel 2008 l’incontro con Teo Di Piazza (basso, clarinetto, hang, percussioni) e Daniele Schimmenti (percussioni, tabla, harmonium) porta all’elaborazione di un progetto in trio basato su brani originali e alcune cover rivisitate con un forte impianto percussivo.

Nel 2011 uniscono al gruppo Nino Agrusa (contrabbasso e bouzuki) e Fabio Passiglia (sassofoni e armonica cromatica), musicisti provenienti da esperienze musicali diverse: musica etnica per il primo, jazz per il secondo. Con questa nuova formazione, il repertorio si orienta principalmente ai brani originali di Carla e sviluppa una propria identità sonora basata sulla scelta diversificata degli strumenti (non a caso i musicisti del gruppo sono polistrumentisti) e dall’intreccio tra il testo e l’arrangiamento musicale.

Essendo il gruppo di recente formazione, non ha al suo attivo un gran numero di esibizioni live e sta attualmente lavorando alla produzione di un primo album.

Premio Fiofa ai pugliesi Gentileska interprete di “Ma come fà”.

Giacomo D’Erchia 18 anni, vive a Palagianello e frequenta il 4 anno di liceo classico. Suona la chitarra da 7 anni. Inizialmente la passione per la chitarra l’ha trasmessa il prof. Gentilesca, padre del mio migliore amico e compagno di battaglie musicali, (Gianluca Gentilesca) che mi ha mostrato le tecniche principali per suonare rock e altro. Le mie prime esperienze musicali sono state fra le band locali e a casa. Poi quando ho conosciuto Gianluca, per me si sono aperti nuovi orizzonti musicali. L’affinità fra noi due era alta, in seguito si aggiunse anche Giovanni  “Ïl batterista”, uno dei miei migliori amici e dopo pochi mesi ci ritrovammo a registrare il nostro primo disco a Milano che ha avuto un discreto successo. Grazie a questa band ho avuto la possibilità di girare molto e conoscere non solo personaggi famosi ma anche altri ragazzi che come me inseguono lo stesso obiettivo. Dopo vari seminari con Luca Colombo, Dodi Battaglia e Stef Burns attualmente siamo in studio per registrare un nuovo EP.


Premio Miglior Arrangiamento Autore Controcorrente 2013 – Ex aequo,  Liana Marino di Campobasso con “Giudizi Universali” di Samuele Bersani.

Cantante, chitarrista, autrice e interprete raffinata. Fiorentina d’adozione, Liana Marino è nata e cresciuta a Campobasso, dove frequenta la scuola di musica jazz “Thelonious Monk” e comincia a esibirsi nei primi concerti.

Matura numerose esperienze nelle diverse città dove si è spostata e ha vissuto, alternando l’attività di musicista a quella di archeologa. Spazia tra vari generi, suonando in varie formazioni nei club e nei festival, ottenendo un primo riconoscimento nel 2002, arrivando in finale al concorso “Cantieri di Primavera” al quale partecipa con il suo primo gruppo, Doppiozero.

Attualmente si dedica ad un proprio progetto cantautorale. Ottiene importanti riconoscimenti e premi in diversi concorsi nazionali. Vince “Materautori” come “Miglior cantautore solista” nel 2010, “T-rumors” nel 2011, “Io Farnetico” nel 2012.

È seconda classificata al premio “La Canzone Italiana d’Autore” 2012. Tra dicembre 2011 e gennaio 2012 lavora in studio di registrazione con Paolo Benvegnù. Insieme registrano due brani, Espero (Vento di Speranza) e Canto al Mare, che fanno parte della compilation T-rumors, uscita per Materiali Sonori nell’aprile 2012.

Matura importanti esperienze sul palco aprendo concerti di artisti quali Paolo Benvegnù, NCCP e Teresa de Sio. Prende parte allo spettacolo “Se Fossi Donna” presso il Teatro Verdi di Monte San Savino, insieme con Amanda Sandrelli e Daniela Morozzi. Partecipa al festival Suona Francese 2012 esibendosi a Roma in piazza Farnese dove condivide il palco con affermati artisti francesi (Mademoiselle K e Mrs Good).

È tra le artiste invitate all’incontro organizzato dal Mei Supersound 2012 “L’onda rosa indipendente”.  Nel novembre 2012 a Parigi segue un percorso di formazione artistica presso il prestigioso Centre musical Fleury Goutte d’Or – Barbara che si conclude con una sua esibizione live.

Autrice dei testi e delle musiche, Liana Marino dipinge i variegati colori dell’Italia, i paesaggi e la gente che abita i luoghi che ha frequentato.

Descrive i profumi, gli affetti, i disagi e i dispiaceri. Nelle sue canzoni si colgono valori popolari e ricordi distanti, immagini che arrivano da lontano e sentimenti spesso dimenticati. Dipinti della società moderna, delle corse, del tempo che scorre veloce. Nei testi traspaiono malinconia e allegria, attese e viaggi, speranza e leggerezza. La sua è una musica elegante, delicata, ricca di sfaccettature e di generi e ritmi che si intrecciano. Difficile da inserire in uno stile definito. La canzone d’autore si mescola a coloriture jazz, con influenze che derivano anche dalla musica popolare, dal rock, dai ritmi sudamericani, dal folk.


Premio Miglior Arrangiamento Autore Controcorrente 2013 ex-aequo: Lorenzo Meazzini di Arezzo con “La soggettiva del pollo arrosto” di Samuele Bersani.

Lorenzo Meazzini nasce a Sansepolcro il 4 Marzo 1991. Il primo incontro con la musica avviene all’età di 5 anni. Mi piace “muovermi a tempo” (ballare Ë dire troppo) sopra la canzone “Ballerino di Jazz” di Lorenzo Jovanotti. Inizio a studiare Musica e strumento in modo serio dal primo anno di Liceo e da questo momento non mi tolgo pi˘ la chitarra di dosso. A sedici anni arriva la mia prima esperienza nel mondo professionistico: registro, in un noto studio della provincia di Perugia, tutte le chitarre ritmiche per un disco di cantautori. Questo incontro rafforza il mio amore per la Musica d’Autore e dai 18 anni inizio a sentire l’esigenza di esprimere la mia musica attraverso la parola e le mie parole attraverso la musica. Parallelamente, continuo i miei studi musicali a Roma seguendo il corso di diploma Jazz al Saint Louis College of Music. Mi guadagno da vivere facendo serate live e insegnando propedeutica musicale e strumento ai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori. L’Arte e la Musica sono un atto di amore quotidiano: le mie canzoni crescono insieme a me.


Premio We Want Radio a Barbara Vesce & L’ouverture de le sense di Avellino ( “Infernalmente terreno”).E’ iscritta al Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino, al Corso Ordinario di Strumenti a Percussione. In contemporanea è impegnata nello studio avanzato della batteria e nella realizzazione dell’ album “Farfalle Ubriache” dell’omonimo gruppo. Inoltre è il batterista ufficiale del già citato Pasqualino Maione (Amici di Maria De Filippi). Maria Teresa Ruzza: Iscritta al III anno/fascia C del corso preaccademico di pianoforte presso il Conservatorio “Cimarosa” di Avellino. Licenza di solfeggio conseguita presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino con votazione 8/10. Maturità classica conseguita nell’ Anno scolastico 2004/2005 presso il Liceo Classico “Aeclanum” di Mirabella Eclano (Av) con votazione 82/100 Studio della chitarra classica e moderna dal 2003 al 2007 con il maestro Giuseppe Tete. Studio del pianoforte dal 2005 al 2006 con il maestro Francesco De Paola. Studio del pianoforte dal 1991 al 1995 con il maestro Antonio Pescatore. Partecipazione al Seminario “Quel Dio che viene a curarti l’anima” tenuto l’1 aprile 2006 dalla Scuola triennale di Musicoterapia “Carlo Gesualdo”. Partecipazione al corso di propedeutica musicale “Giocare la musica” organizzato dal centro didattico musicale Ouverture in collaborazione con la SIMEOS (società italiana di musica elementare Orff-Schulwerk) nei giorni 24 e 25 marzo 2006.Partecipazione al corso di propedeutica musicale “Educare alla musica” organizzato dal centro didattico musicale Ouverture in collaborazione con la SIMEOS (società italiana di musica elementare Orff-Schulwerk) nei giorni 9 e 10 dicembre 2006.Vincitrice del Premio Nazionale Chiambretti Sunday Contest 2012. Nel luglio 2012 si aggiudica il secondo posto nel premio nazionale: “Una voce per il sud” premiata da Mogol.  Agosto 2012 vince il concorso nazionale “La bella e la voce” a Saint-Vincent.Molte anche le apparizioni televisive per Barbara Vesce, La scuola in diretta, RaiSat Popstar, Italia 1 Sotto a chi tocca, Sky Speciale Amici di Maria De Filippi, Canale 5 Home visit X factor 1 con Simona Ventura, Rai due Home visit X Factor 3 con Claudia Mori, Rai due Vocalist nei tour di Stefania Cento e di Paolo Mengoli.

Per informazioni: Ufficio Stampa Musica Controcorrente: Top1 Communication Organizzazione Eventi e R.P.:
Stefania Schintu 
 – cell. +39 347 0082416; e-mail: segreteria@top1communication.eu; stefaniaschintu@gmail.com

web:  www.top1communication.eu

Official Web Site: www.musicacontrocorrente.it

Nella foto Alessio Alessandra con Max Manfredi, Sergio Garroni e Carlotta.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!