Home » CULTURA » “La mente ama”. Nuovo libro di Alessandro Bertirotti

“La mente ama”. Nuovo libro di Alessandro Bertirotti

Prato. La mente ama – per capire ciò che siamo con gli affetti e la propria storia” è il titolo del nuovo libro (Il Pozzo di Micene Edizioni, Firenze, 2011) del 47enne Alessandro Bertirotti, diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica di Pescara e laureato in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Firenze. Il volume è già stato presentato con successo in più appuntamenti culturali. Da ricordare, tra l’altro, le presentazioni avvenute al parco giardino del Bastione Ambrogi di Pistoia(in una serata moderata dalla professoressa Paola Fortunati e con interventi di Ezio Benelli, presidente IntenationalFoundation Erich Fromm; Irene Battaglini, direttore Polo PsicoDinamiche di Prato e Daniela Gavazzi, docente di Pedagogia presso l’Università di Firenze) e a cura de Le Muse -Polopsicodinamiche di Prato – con il patrocinio di International Foundation Eric Fromm -in una serata (coordinamento di Irene Battaglini) a cura di Michela Matteie Maria Fedi, ambedue delComitato Scientifico Polo PsicoDinamiche.

Questo libro cerca di svelarci i segreti del nostro ragionamento, come essere umani in quanto tali, per scoprire che le stelle che trapuntano il cielo abitano anche i nostri neuroni.

La mente umana non è il mero risultato del funzionamento neurologico cere­brale: il cervello, infatti, è un organo del tutto particolare, la cui funzionalità e il cui sviluppo dipende sia da fattori endogeno-fisici, sia da fattori esogeno-culturali. Per questo ogni essere umano è un vero e proprio mistero, anche dal punto di vista evoluzionistico: infatti, neppure la teoria darwiniana spiega le capacità, abilità e competenze cognitive che la mente esprime. Ciò che la scienza occidentale ha perso di vista è che ogni essere umano è e ragiona in funzione dell’amore. Tutto ciò che gli uomini fanno, coinvolge un lavoro mentale; e la mente opera, descrive e desidera per lo più sulla base di ragionamenti di tipo affettivo. In questo libro si scopre cosa accade dentro di noi, nella nostra mente, quando viviamo, quando instauriamo relazioni affettive con ciò che ci circonda, quando incontriamo l’amore – non necessariamente quello di coppia – e perché lo cerchiamo e lo vogliamo incontrare con tutte le nostre forze. Il nostro volere di fondo, quello per cui esistiamo come persone e come società, è un volere ragionevolmente amoroso. Il cervello umano contiene le stesse misteriose leggi dell’universo, ed è forse per questo che continua a essere l’oggetto più indagato dalla scienza.

“Esiste la possibilità di lasciare che la mente ami. L’amore è un dogma che rende liberi tutti gli uomini, perchè li lega al contempo ad una condotta di matrice divina e umana e li rende indissolubili fra loro. La mente ama, sempre e soltanto, nonostante si creda che la ragione sia una cosa diversa dall’amore, come ci ha insegnato Blaise Pascal, quando sosteneva che “le ragioni del cuore sono le ragioni della mente.La funzione evolutiva dell’agire mentale è l’amore, che deve ancora essere considerato vincente dall’evoluzione”.

Così dice l’autore, docente a contratto di Antropologia Culturale e della Mente presso l’Università di Firenze, Facoltà di Medicina e Chirurgia, di Psicologia generale presso l’Università di Genova, Facoltà di Architettura e di Psicologia dello sviluppo presso l’Università di Bari, Facoltà di Scienze Politiche. Nell’aprile 2009, ha tenuto un ciclo di lezioni durante il Terzo Congresso Internazionale di Psicologia, presso il Centro Universitario de Ixtlahuaca (CUI), in Mexico, sul tema della costruzione dell’etica nell’umanità. È socio fondatore e vice presidente della ANILDA (Associazione Nazionale per l’Inserimento Lavorativo e l’emancipazione dei Diversamente Abili) con sede a Milano.
 È presidente dell’Associazione Culturale Opera Omnia, che si occupa di comunicazione culturale e scienze esoteriche. Fa parte di Comitato Scientifico del Centro Studi Internazionale Arkegos di Roma. E’ membro dell’International Institutefor the Studyof Man di Firenze, dell’A.I.S.A. (Associazione Interdisciplinare di Scienze Antropo-logiche) e della Società di Antropologia ed Etnologia di Firenze. Fra l’altro è anche membro del Dipartimento Medico-Legale ed opinionista del Movimento Uomo Nuovo di Napoli, presso il Centro di Pastorale Carceraria della Curia di Napoli;  direttore scientifico della collana Antropologia e Scienze cognitive per la Bonanno Edizioni, e membro della Direzione scientifica della Rivista scientifica on-line www.neuroscienze.net. Oltre a “La mente ama”, quest’anno ha anche pubblicato “Lontano da noi. La sacralità inumana della specie Homo Sapiens sapiens” (in Stella S.M., (a cura di) Conversazioni sul Sacro. Archetipo e metamorfosi, Tipheret Edizioni, Acireale-Roma. pgg. 71-89). Inoltre è autore di; 2009, “L’anima cerebrale” (Bonanno Editore, Acireale-Roma, 2009); “Amare per conoscere” (in StrolloM.R., Capobianco R., (a cura di) Il ruolo della musica nella formazione dell’indentità individuale e sociale; Pensa Multimedia Editore, Lecce 2009); nel 2007, con Maria Rosaria Strollo, 2007, “Traghettare il pensiero. La musica come “variabile Caronte”(con Maria Strollo – Contributi pedagogici e sociologici, Franco Angeli Editore, Milano, 2007). Per contatti con Alessandro Pertiroti:Press Office Daniela Lombardi – Tel. 3394590927;057432853; 0574.067725; e-mail:info@danielalombardi.it. Nelle foto la copertina del libro e il suo auore Alessandro Bertirotti.
(Rossella Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!