Home » POLITICA » Savona, giovedì 28 incontro con Beppe Grillo

Savona, giovedì 28 incontro con Beppe Grillo

Savona. Giovedì 28 aprile,  ore 18,  piazza Sisto IV, incontro con Beppe Grillo sul tema  “… A riveder le stelle”, come tirare fuori l’Italia dal pantano.
Presentazione della Lista del Movimento 5 Stelle di Savona.
Organizzato dagli Amici di Beppe Grillo, in collaborazione con la libreria Ubik.
Solo posti in piedi.
L’incontro si svolgerà anche in caso di pioggia.

Grillo viene a Savona per parlare dei temi ambientali della nostra città (in particolare del devastante progetto di ampliamento della Centrale a carbone Tirreno Power di Savona), di cementificazione, di sviluppo sostenibile, di politica dal basso, del ‘fare rete’.

Verrà presentato il programma elettorale del MoVimento a 5 Stelle per le prossime elezioni comunali. E’ un incontro per gli indecisi al voto, adatto per spiegare le ragioni del Movimento democratico fondato da Grillo, ma che spiega e fotografa in maniera chiara e senza equivoci la realtà politica italiana.

I libri, gli interventi e gli spettacoli di Beppe Grillo sono veri e propri saggi sulla democrazia diretta, manuali di democrazia dal basso e partecipativa.  Il MoVimento 5 Stelle si è presentato in molte Regioni e Comuni. Boicottati dai sindaci, quasi ignorati dalla stampa, i rappresentanti del MoVimento di Grillo hanno saputo farsi ascoltare dalla gente.

“La differenza tra la mia campagna elettorale e quella dei politici è nella qualità della scorta. A me la fanno i cittadini, a loro le truppe antisommossa e le guardie del corpo.” Dice Grillo. “Loro non si arrenderanno mai. Noi nemmeno”.


 

“Fuori tutti. In quindici anni avete riportato il Paese al dopoguerra.” Sono in milioni, in Italia, a pensarla così su chi oggi governa la nazione. E in milioni ad avere priorità politiche ben diverse da quelle che dominano i dibattiti nello stagno di Montecitorio. Avere un Parlamento pulito, senza condannati in primo e secondo grado, nipoti, ballerine, mogli, avvocati e lacchè. Smettere di vedersi propinare leggi ad personam, o quando va bene ad castam. Non ritrovarsi con 30.000 euro di debito a testa grazie al genio dei ministri dell’Economia Creativa. Sapere oggi se il tuo impiego precario ci sarà, non dico tra un anno, ma almeno domani. E poi le ‘quisquilie’: crescere un figlio a Milano o a Savona senza avvelenarlo; comprare una bistecca a Viterbo senza farla venire da Buenos Aires; riscaldare casa senza dover fare un altro mutuo per pagare la bolletta.

E lavorare per vivere, non il contrario.

Banalità. I problemi di tutti. Non però dei nostri dipendenti, eletti dai partiti e non da noi, che in teoria paghiamo perché facciano i nostri interessi. In teoria.

Nei suoi interventi Grillo ci distilla una fulminante, amara, satirica, appassionata disamina di tante vergogne che gli italiani continuano a inghiottire (tante, perché tutte è impossibile). Ma la denuncia non basta più: occorre un programma per uscire dal tunnel della cattiva politica. Grillo e il suo MoVimento ce l’hanno, ed è un programma nato dal basso dei bisogni reali. Proposte per un’economia più equa, per un traffico più sensato, per un’istruzione di qualità e un progresso reale, sostenibile, a misura della persona e del territorio.

Temi ormai quasi ‘rivoluzionari’, ma necessari per riportare finalmente la concretezza e l’onestà al potere.



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!