Home » CULTURA, GENOVA, MUSICA » “Verdi e Shakespeare”: conversazione-concerto venerdì sera a Recco

“Verdi e Shakespeare”: conversazione-concerto venerdì sera a Recco

Recco. La presentazione del libro “Verdi e Shakespeare: un dialogo”, di Roberto Iovino e Marco Sciaccaluga, sarà l’occasione di parlare di Verdi, nell’anno del bicentenario della nascita, e del suo “dialogo” con Shakespeare e di ascoltare famosi brani verdiani dalla voce di Chiara Bisso, accompagnata al pianoforte da Dario Bonuccelli. Questa la proposta del Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso in cartellone venerdì sera a Recco (ore 21), all’Oratorio S. Martino, nell’ambito del Festival Classica in Paradiso 2013. E’ l’anno verdiano e questa recente pubblicazione, per Edizioni Le Mani proprio di Recco, è un importante contributo per meglio conoscere e comprendere uno dei connubi d’arte più straordinari della storia del teatro lirico italiano: l’incontro tra la musica di Giuseppe Verdi e la parola di William Shakespeare; e gli autori del libro, che venerdì sera incontreranno il pubblico a Recco, non potevano che essere due “specialisti” dei due settori, quello musicale (Roberto Iovino) e quello teatrale (Marco Sciaccaluga).

Marco Sciaccaluga, attore e regista di teatro, formatosi alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, inizia come assistente di Luigi Squarzina. Oltre che per il Teatro di Genova, ha diretto spettacoli per altri Stabili (Catania, Torino, Trieste, Veneto), per compagnie private (Glauco Mauri, Carlo Giuffré, Giulio Bosetti, Aroldo Tieri e Giuliana Lojodice, Ugo Pagliai e Paola Gassman) o rassegne nazionali (Ente Teatrale Fiesolano, Festival di Spoleto, Festival di Taormina e Estate Teatrale Veronese). Nella sua carriera, oltre ai già citati, ha diretto, tra gli altri, attori come Eros Pagni, Lina Volonghi, Ferruccio De Ceresa, Mariangela Melato, Gabriele Lavia, Tullio Solenghi, Franco Branciaroli, Andrea Jonasson. Ha firmato alcune regie (Racine, Moliere, Držić) anche in Croazia: a Spalato e a Zagabria. Ha diretto spettacoli per i teatri nazionali olandese e croato. Negli anni settanta e ottanta è coautore e conduttore di alcune trasmissioni radiofoniche e televisive, sia per la RAI che per TVS. Dal 2000 è condirettore del Teatro Stabile di Genova; inoltre insegna “Istituzioni di regia” presso l’Università Statale di Milano. Nel 2006 ha vinto il Premio Olimpico del Teatro come miglior regia dell’anno per Morte di un commesso viaggiatore.

Roberto Iovino, è docente di storia della musica al Conservatorio “N. Paganini” di Genova e collabora inoltre con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova dove tiene laboratori musicali e insegna “Educazione musicale”. Come critico musicale collabora con “La Repubblica”, con l’Ansa, con “Club 3” e, sin dalla sua fondazione, con “Il Giornale della musica”. Per circa vent’anni ha collaborato con la Rai (Rai 3 e Radio 3) per programmi radiofonici e televisivi, nazionali e regionali. E’ stato l’ideatore e il coordinatore delle Celebrazioni Verdiane “Genova 2001” e delle Celebrazioni mozartiane “Caro Amadeus –Progetto Mozart, Liguria 2006”. Moltissime le sue pubblicazioni (sugli Strauss, su Mascagni, Cimarosa, Verdi, De Andrè…); per il teatro ha scritto e rappresentato molti lavori di successo, ultimo “Telecamere su Verdi”, coproduzione della stagione 2013 del Teatro Carlo Felice e del Gruppo Promozione Musicale.

Nel libro presentato venerdì sera, Iovino e Sciaccaluga, partendo dalle loro rispettive attività professionali, dialogano sui lavori verdiani ispirati al teatro shakespeariano (Macbeth, Otello, Falstaff, con particolare attenzione all’ “opera mancata”, a quel Re Lear che Verdi meditò e studiò a lungo ma che non realizzò mai), per scoprire l’affascinante intreccio artistico che ha trasformato in musica la grande letteratura. Ed infatti, nello spartito scorrono le tragedie e le storie shakespeariane, arie e drammi di un mondo magico e avventuroso che le note verdiane restituiscono al pubblico. A fornire un piccolo saggio di questa magia sarà la splendida voce di Chiara Bisso.

Diplomata col massimo dei voti con lode e laureata con 110 e lode con Maria Trabucco al Conservatorio Paganini di Genova, Chiara Bisso ha interpretato da protagonista importanti ruoli (tra cui Aida ai Teatro Verdi di Busseto), è stata solista nella Petite Messe Solennelle di Rossini, nello Stabat Mater di Pergolesi  a Copenaghen  e nella Krönungsmesse KV 317 di W. A. Mozart. Ha vinto importanti concorsi come il ‘Palma D’Oro’ di Imperia o il Terre Verdiane a Parma, ma soprattutto, nel 2011, il primo premio assoluto al celebre Concorso per Giovani Cantanti Lirici  G. B. Velluti di Mira.  Ha vinto anche l’audizione per Opera Studio, all’Accademia di Santa Cecilia in Roma, che le ha permesso di frequentare il corso di specializzazione sotto la guida del celebre soprano Renata Scotto ed è scelta poi a rappresentare l’Accademia in numerosi concerti. Si esibisce in numerosi concerti lirici affrontando sia la musica antica, sia il repertorio operistico (rappresenta più volte a Mosca il repertorio italiano), senza tralasciare la musica contemporanea (è protagonista nell’Opera Ghost café di Carlo Galante).

Venerdì sera Chiara Bisso canterà alcune famose arie verdiane, accompagnata al pianoforte da Dario Bonuccelli., musicista ormai di livello internazionale con all’attivo centinaia di concerti in 14 Paesi europei e Giappone, in sale prestigiose come il Teatro Bibiena di Mantova, la Wigmore Hall di Londra, il Palazzo Reale di Stoccolma, il Teatro Caio Melisso per il Festival di Spoleto, il Teatro Comunale di Firenze per il Maggio Musicale, il Kashihara Theatre di Osaka, la Sala Verdi di Milano.

La serata, realizzata con il contributo del Comune di Recco, sarà condotta dallo stesso Bonuccelli e da Luciano Lanfranchi, pianista di fama internazionale, già docente al Conservatorio Verdi di Milano e poi al Paganini di Genova, direttore artistico del Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso e del Concorso Internazionale di esecuzione strumentale Concentus di Roma.

Ricordiamo che tutti gli appuntamenti del Festival Classica in Paradiso sono ad ingresso gratuito e che al termine di ogni concerto è possiile cenare con musicisti ed organizzatori presso uno dei ristoranti che collaborano al festival: venerdì 24 si andrà da Ö Vittorio.

Info: 0185771159 – 0185770703 – 338 6026821 – www.gpmusica.info
(A.C.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!