Home » BACHECA WEB » “Tra terra e stelle” di Nino D’Angelo

“Tra terra e stelle” di Nino D’Angelo

Napoli - “É un disco d’autore, quasi un disco di musica da camera, che mi riporta alla canzone popolare con i suoni degli archi, a cui ho chiesto di sottolineare le parole”.

Nino D’Angelo apostrofa così il suo nuovo progetto discografico “Tra terra e stelle” che segna una nuova svolta nella sua carriera, il terzo momento artistico in discontinuità con il passato.

“L’alba” apre il disco, la poesia che fa della speranza una metafora, che fa del chiarore di un nuovo giorno il volano, per andare avanti nella consapevolezza che la vita è sole e pioggia, è luce e buio, deve essere sempre speranza e mai disperazione; “Stelleté” lo chiude.

“Idealmente ci sono due sipari, sono le due poesie che aprono e chiudono il disco, che sono un unico pensiero, che esortano tutti ad alzarsi, ad alzare gli occhi verso il cielo per tornare a vedere l’alba, come facevamo un tempo. Proprio mentre lavoravo al nuovo spettacolo teatrale, ho realizzato in studio queste nuove canzoni e, cosi, i due progetti sono diventati consequenziali”.

In teatro, infatti, Nino sta portando con grande successo di pubblico “C’era una volta…un jeans e una maglietta”, un musical che s’incunea nella sua storia e che dosa con arte quel ‘caschetto biondo’ degli anni ottanta con le qualità umane e artistiche del cantautore che conosciamo oggi. Un teatro‐canzone che ha restituito al pubblico un repertorio di canzoni lungo più di trent’anni e che pochi artisti hanno. A quelle si aggiungono oggi le canzoni d’amore e di vita di “Tra terra e stelle”.

“È un’altra cosa”, sottolinea Nino D’Angelo, è un sipario aperto sul mondo, dei suoni e dei pensieri, una nuova interiezione musicale e stilistica dal punto di vista dei contenuti in una discografia ampia, che contiene sia album di grande successo popolare nella prima parte della carriera, che produzioni più intimiste, ricercate, certamente etniche, nella seconda parte. Ora una terza?

“Famme vivere pe te”, “Pé vie ‘e ‘na vita”, “Stamme ccà”, “Stella napulitana”, “Ammore é dà”, “Uocchie ‘e mare”, “Sarraje”, “Stelleté”, sono gli altri titoli contenuti in “Tra terra e stelle”.

“Italia bella”, uscita alla fine dello scorso anno è già un grande successo in radio e sul web, un classico a Napoli di cui è stato realizzato anche un video girato dal regista Toni D’Angelo, figlio dell’artista, e “Ddoje vite” rappresentano il Nino-pensiero e danno voce a chi non può essere contento e non sa spiegarsi o che danno nobiltà a tante storie di vita quotidiana, che danno una ribalta a vite ‘borderline’ tra legalità e illegalità e che Nino ha visto crescere in quei luoghi che non ha mai lasciato e che ancora frequenta.

C’è la fierezza dell’uomo e la tara del grande artista in questo nuovo disco di canzoni apparentemente semplici, appunto “pop” nel senso di popolare, di suoni che inglobano il mondo, reinventando cosi un linguaggio universale per la canzone napoletana, e che fanno della canzoni le proprie storie d’amore e di riflessioni intimistiche sulla vita che Nino offre al proprio pubblico, quasi ad omaggiarlo.

La copertina è opera di Mimmo Paladino, da anni amico e sostenitore dell’artista.

Il tour teatrale di “C’era una volta…un jeans e una maglietta” continua il 28 e 29 gennaio al teatro delle Arti di Salerno, dal 2 al 12 febbraio al teatro Ambra Jovinelli di Roma, il 17 e 18 marzo al teatro Colosseo di Torino, il 19 marzo al teatro Smeraldo di Milano; il calendario è aggiornato su www.ninodangelo.com e sulla pagina ufficiale di Facebook.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!