Home » NEWS FUORI REGIONE » “Puglia eternit free”. Il Comune di Massafra ha aderito alla campagna d’informazione sul rischio amianto. Numero verde 800 131 026

“Puglia eternit free”. Il Comune di Massafra ha aderito alla campagna d’informazione sul rischio amianto. Numero verde 800 131 026

Massafra. Il Comune aderisce alla campagna “Puglia eternit free” e questa mattina, 21 gennaio, presso l’Assessorato Ecologia Ambiente, ha preso il via con una conferenza stampa la campagna “Puglia eternit free”, prima iniziativa regionale di informazione sul rischio amianto promossa da Legambiente Puglia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e con la collaborazione del partner tecnico Teorema Spa, mirata alla rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole, così come disposto dalla legge n. 257/92 e dal Piano Regionale Amianto della Regione Puglia che prevede, tra l’altro, l’avvio del censimento obbligatorio.

L’iniziativa mira ad informare e formare gli operatori agricoli, le imprese edili e i professionisti, nonché, i cittadini sul pericolo della fibra cancerogena.

“Presto saranno attivate alcune giornate di studio (aggiunge l’assessore al servizio RSU di Massafra, Raffaele Gentile) con esperti in diritto ambientale, oncologi e forze di polizia giudiziaria per illustrare il rischio potenziale per la salute, le responsabilità per l’illecito smaltimento e la corretta gestione della rimozione di amianto. Inoltre, la prima settimana di febbraio invieremo nella case dei cittadini di Massafra oltre 15.000 depliant in cui saranno illustrati, appunto, i pericoli della fibra killer e come intervenire in casi di pregiudizio”. E ancora. “Sul sito del Comune del Massafra è possibile inoltrare la richiesta online per il censimento gratuito che sarà curato dai tecnici della Teorema Spa”.

“E’ stato attivato il numero verde 800 131 026  (spiega Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia) al quale tutti i cittadini ed enti potranno rivolgersi per il censimento e sopraluoghi di natura tecnica. Nel nostro Paese a distanza di 22 anni dall’entrata in vigore della legge n. 257/92 che metteva al bando la fibra killer poco è stato fatto sul fronte del risanamento ambientale e dello smaltimento dei materiali contenenti amianto per arginare l’impatto sanitario provocato dall’esposizione alla fibra killer che causa ogni anno 4mila vittime. Un plauso all’amministrazione di Massafra, poiché è stata la prima ad aderire all’iniziativa in Terra Jonica”.

I pericoli. I materiali friabili, come soffitti spruzzati, tubazioni e caldaie coibentate con materiale contenente amianto, possono liberare le fibre libere, ad esempio a causa di infiltrazioni di acqua o di correnti d’aria. I materiali ancora compatti, invece, quali i pannelli isolanti, coperture costituite da lastre ondulate (Eternit), canne fumarie, serbatoi possono liberare le fibre sole se deteriorati.

“Affiancheremo i cittadini nella compilazione dell’auto notifica (conclude Michele Milano, direttore della Teorema Spa) e lo faremo offrendo tutta la nostra esperienza professionale. Ricordo, in ogni modo, che è vietato bucare le lastre di amianto o manometterle. La fibra è in agguato”.

Per informazioni: TEOREMA S.p.A.
Via per Sammichele Z.I.
70021 – Acquaviva delle Fonti /BA
-Tel. 080769958 – Fax 080762980. E-mail: comunicazione@teoremaspa.it – Web site: www.teoremaspa.it

Nelle foto: un momento della conferenza stampa (da sx: Francesco Tarantini, Raffaele Gentile e Michele Milano); locandina Puglia eternit free.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!