Home » EVENTI » “Mondo in pace”: al Ducale la fiera della non violenza si apre con il

“Mondo in pace”: al Ducale la fiera della non violenza si apre con il

Genova.  Il mandala, grande simbolo della cultura tibetana di pace
e tolleranza, diventa quest’anno anche l’emblema di Mondo in Pace, la
fiera di educazione ai diritti, alla pace e alla non violenza ideata
dal Laborpace della Caritas con il sostegno della Provincia di Genova e
della Fondazione Cultura Palazzo Ducale che sarà inaugurata domani -
mercoledì 6 ottobre – alle 11 negli spazi del Munizioniere del Ducale.
I monaci tibetani di Sershul inizieranno, infatti, a realizzare un
grande mandala – rappresentazione simbolica della creazione del cosmo e
delle energie positive e  fulcro della meditazione sulla tolleranza e
sull’impermanenza, il difficile e profondo concetto del fluire in
continua trasformazione di ogni cosa, durante l’apertura ufficiale di
Mondo in Pace, alla quale interverranno il presidente della Provincia
Alessandro Repetto con l’assessora alle iniziative di Pace Milò
Bertolotto, monsignor Marino Poggi direttore della Caritas diocesana di
Genova, l’assessore Paolo Veardo del Comune di Genova, l’assessore
regionale Lorena Rambaudi, la dirigente dell’Ufficio scolastico
provinciale Sara Pagano e il coordinatore del Laborpace Fabrizio
Lertora.
Educare ai valori universali della pace e dei diritti umani,
rafforzando e mantenendo sempre vivo il dialogo e l’incontro con gli
altri è la difficile e appassionata sfida della fiera dei diritti umani
e della pace, con i patrocini di Regione, Comune, Università e Miur e
la collaborazione di numerosi enti e associazioni, che sino al 9
ottobre riempirà di colori, iniziative e proposte per la pace e il
dialogo interculturale il Munizioniere con laboratori didattici per
bambini e ragazzi, seminari, incontri, mostre e proseguirà poi con
molti appuntamenti anche a Busalla, Lavagna e Serra Riccò dal 24
ottobre al 26 novembre.
Il programma di Mondo in Pace – ispirato al
messaggio di Peppino Impastato, eroe antimafia dei Cento passi “Se si
insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro
la rassegnazione, la paura e l’omertà” – con mostre, workshop,
incontri, spettacoli, laboratori per le scuole, approfondimenti, è in
rete sul sito www.mondoinpace.it e si concluderà sabato prossimo con la
giornata internazionale di studi dedicata al decennio dell’Onu per
l’educazione alla pace e alla nonviolenza. Tra i relatori del convegno,
al quale interverranno il cardinale Angelo Bagnasco, il presidente
della Provincia Alessandro Repetto, l’assessora provinciale Milò
Bertolotto, il presidente della Fondazione Cultura Palazzo Ducale, Luca
Borzani, la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Sara Pagano,
il monaco tibetano Ghesce Tenzin Temphel, Lama residente dell’istituto
Lama Tzong Khapa di Pomaia in provincia di Pisa e profondo studioso
della filosofia e della meditazione buddhista, il sociologo Johan
Galtung, Premio Nobel Alternativo per la Pace che ha insegnato in
quaranta università e da cinquant’anni lavora per la pace in tutto il
mondo invitando ad abbandonare l’idea che la guerra risolva i
conflitti, il pedagogista Daniele Novara del Centro piacentino di
Psicopedagogia per la pace e la gestione dei conflitti, la psicologa
Camilla Pagani dell’istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione
del Cnr, l’antropologo e scrittore Alberto Salza e la professoressa
Renza Cerri, antropologa dell’Università di Genova. Alle 16.45 le
sabbie del mandala della pace saranno “disciolte” con una cerimonia
rituale davanti alla statua di Gandhi, nelle acque del Porto Antico. 

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!