Home » MUSICA, PRIMO PIANO » “Il Re del Gancio”. Uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio italiane e straniere. E’ ideato, prodotto e condotto da Giancarlo Passarella

“Il Re del Gancio”. Uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio italiane e straniere. E’ ideato, prodotto e condotto da Giancarlo Passarella

Firenze. Il format radio “Il Re del Gancio” è uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio italiane e straniere. E’ ideato, condotto, autoprodotto e registrato dallo stesso Passarella per aiutare non solo piccole radio, ma tutti i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Giancarlo Passarella è stato (da ricordarlo sempre) il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting.

Già nel biennio 1986/87 mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo tra l’altro Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi… Una voce storica dell’emittenza nazionale che oggi raggiunge ogni piccola emittente dando voce al nuovo che avanza. E’ sempre in primo piano in varie manifestazioni, in diverse delle quali sono stati presentati suoi libri. Uno di questi è “Dolore No-te” (Romano Editore) in cui ha raccolto interviste fatte a musicisti e operatori del settore che hanno avuto esperienze dolorose: Leandro Barsotti, Franco Bixio, Mimmo Cavallo, Teresa De Sio, Mariangela Di Michele, Silvia Fallani, Matteo Filippini, Giubbonsky, Andrea Lunardi, Vittorio Merlo, Michela Napolitano, Ruggero Pegna, Davide Peron, Margherita Rinaldi, Ronnie Jones, Giuseppe Scaravilli, Franco Simone, Enrico Tagliaferri, Federica Venezia, Paola Villano, Roberto Zaninelli ed Enrico Zoi. E grazie a Giancarlo gli utili della vendita di questo suo libro vanno all’onlus Vincere il dolore. Di queswta associazione si parlerà anche il prossimo 12 novembre in un convegno, uno dei tanti, e precisamente a quello medico-musicale sulla sincronicità, pensando a Sting e a Jung” (da cui verrà tratto anche un libro). Convegno che si  terrà a Firenze presso l’Ordine dei Medici (Via Vanini 15). Ad prganizzarlo (è il quinto del genere) è il dott. Paolo Scarsella che tra i relatori, ha voluto anche Giancarlo Passarella (“Why “Sinchronicity”?”). Ma ricordiamo anche gli altri: Luciana Bigazzi, “Magical Places” (videoclip); Paolo Scarsella, “Introduzione”; Silvio Calzolari, “Il silenzio che parla”; Alberto Lomuscio, “Dante e Fibonacci”; Matteo Consalvo, “Mindfulness e il logorio della vita moderna”; Costantino Casilli, “L’ipnosi delle galline”; Claudia Pastorino, “cantare per guarire” ed ancora Claudia Pastorino in “Canzone del tempo perso” (videoclip).

Lunedì  17 ottobre

Primo artista: Sergio Mendes & Black Eyed Peas, pianista, compositore, arrangiatore e cantante brasiliano; gruppo musicale hip hop/dance statunitense

“Mas Che Nada” è una samba brasiliana, scritta e cantata da Jorge Ben nel 1963, ma diventata famosa nella versione di Sergio Mendes: nel 2006 la scanzonata interpretazione da parte dei Black Eyed Peas. Nel 2009 Mendes ha collaborato all’album di JovanottiSafari”, partecipando come arrangiatore e pianista al brano “Punto”, sesto singolo estratto dal disco. Mendes ha inciso 38 album. L’ultimo album, del gruppo The Black Eyed Peas è, invece, “The Beginning” (2010) con oltre un milione e cento mila copie vendute.

Secondo artista: Algebra, gruppo di Benevento

Band beneventana, nata nel periodo buio del rock progressive degli anni Ottanta, che anticipò tra alti e bassi scioglimenti e riunioni, la rinascita del neoprogressive. Ai componenti della prima ora, Mario Giammetti (voce, chitarra, basso) e Rino Pastore (tastiere), si sono aggiunsero Francesco Ciani (batteria), Maria Giammetti, sorella di Mario (sax e flauto) il fisarmonicista Roberto Polcino (fisarmonica e tastiere). Da ricordare che il disco “JL” ospita le voci di due esponenti del progressive italiano degli anni ’70: Aldo Tagliapietra (Le Orme) e Lino Vairetti (Osanna), più il cantautore Goran Kuzminac e il rocker Graziano Romani. Suonano anche John e Steve Hackett, chitarrista dei Genesis.

Martedì 18 ottobre

Primo artista: Jefferson Starship, gruppo rock californiano.

Secondo il magazine Blender la peggiore canzone rock di successo è la loro “We build this city”, superando “Obladi’ Obladà”, “The Sound of Silence”, “Shinny Happy People” dei R.E.M.. Attuali componenti del gruppo: David Freiberg (voce, chitarra, basso, tastiere, sintetizzatore),  Donny Baldwin (batteria, percussioni, cori), Chris Smith (tastiere, sintetizzatore), Cathy Richardson ( voce), Jude Gold (chitarra solista).

Secondo artista: Gianluca Massaroni, pianista, cantautore.

E’ di Voghera ed ha vinto nel 2006 la Targa della Critica della XVII edizione del Musicultura Festival (inserito anche nel CD compilation). Si definisce minimalista/acustico/concreto e questo trittico di aggettivi (come precisa Passarella) dovrebbe definire la sua musica.

Mercoledì 19 ottobre

Primo artista: Tom Jones, cantante.

All’anagrafe Sir Thomas Jones Woodward. Il brano “Move Closer” di Phyllis Nelson nell’aprile 1985 arriva in classifica ance in Inghilterra: noi ascoltiamo (dice Passarella) la versione di tre anni dopo (molto soul ed intima) fatta da Tom Jones che nel 2006 è stato nominato cavaliere dalla regina Elisabetta II per i servizi alla musica. Ha inciso 40 album in studio, 5 album live, 16 compilation, 20 video album e 104 single.

Secondo artista: WilloW, band progressive rock lecchese.

Dal cd del 2007 intitolato “Perdita del Tempo”, ecco il brano “Brutti Sogni”: era una band (ora inattiva) votata al progressive de Le Orme, Il Balletto di Bronzo e Biglietto per l’Inferno.

Giovedì 20 ottobre

Primo artista: Frankie Avalon, cantante e attore statunitense.

Era il 1959 quando pubblicò “Venus”, la canzone più famosa del repertorio di questo grande singer che nel 1976 ne rifece una nuova versione. Tutto il mondo sognò con la storia di Venere, dea dell’amore e della bellezza (il testo descrive la supplica di un uomo a Venere affinché possa mandargli una ragazza da amare che possa contraccambiarlo). Esiste anche un proto videoclip di questa canzone.

Secondo artista: Gerardo Casiello, musicista, cantautore

L’esordio di questo artista con un cd in cui citava una fantomatica Contrada Casiello: antichi amori di origine jazzistica scivolano via senza troppe rivendicazioni per un “Giudizio Universale”. L’album “Contrada Casiello” è stato finalista dell’edizione 2010 del Premio Tenco nella sezione “Opera Prima”.

Venerdì 21 ottobre

Primo artista: Mario Tessuto, cantante.

Famosa la sua “Lisa dagli occhi blu” (canzone seconda classificata a “Un disco per l’estate” nel 1969.Nello stesso anno Bruno Corbucci girò un film ispirato alla sua trama: il personaggio interpretato da Tessuto, ha il vero nome del cantante, cioè Mario Bongiovanni. Il 25 settembre 2013 l’artista partecipò al concerto per festeggiare i cinquant’anni di carriera di Gian Pieretti.

Secondo artista: Debora Petrina, cantautrice, pianista.

Il suo quarto disco è “Be blind” (2016), ma noi  (dice Giancarlo Passarella) la conosciamo da tempi non sospetti: vince il Premio Ciampi 2007, convince anche David Byrne e ha condotto un ciclo di trasmissioni per la Rete Due della Radio della Svizzera Italiana ed è stata assistente di Karol Armitage durante la sua direzione del Festival Internazionale di Danza Contemporanea alla Biennale Venezia. Nel 2009 è stata Premio Rivelazione Indie-Pop e nel 2010 Premio SIAE e Premio DEMO award. Petrina è anche danzatrice e performer: ha danzato in progetti di coreografi internazionali (Iris Erez, Sara Wiktorowicz), curato la regia di ”She-Shoè (un solo di danza, voce, suoni e video, il cui videoclip è stato invitato all’International Dance Film Festival in Yokohama, Giappone), danzato per la Biennale Venezia 2013 e collaborato con SaMPL, Sound and Computing Music, a Padova. Ha composto la coreografia per un brano di Morton Feldman, ”Three Dances” (inciso da lei per la prima volta, per l’etichetta americana OgreOgress), e la presenta in concerto in doppia veste di pianista e danzatrice.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Algebra, Gianluca Massaroni, WilloW, Gerardo Casiello e Debora Petrina nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella premia Debora Petrina al Premio Siae per Demo 2010; Il cd JL degli Algebra; Locandina del film “Lisa dagli Occhi Blu”.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!