Home » MUSICA, PRIMO PIANO » “Il Re del Gancio”. Format radio seguito in Italia e all’estero. E’ ideato e condotto da Giancarlo Passarella ora in “Dolore No-Te on tour”. Fa tappa anche a Sanremo

“Il Re del Gancio”. Format radio seguito in Italia e all’estero. E’ ideato e condotto da Giancarlo Passarella ora in “Dolore No-Te on tour”. Fa tappa anche a Sanremo

Firenze. L’abbiamo detto altre volte e lo ripetiamo. Uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio (oltre 100 tra italiane e straniere) che lo trasmettono quotidianamente, è il format radio “Il Re del Gancio”, ideato, condotto, autoprodotto da Giancarlo Passarella per aiutare non solo piccole radio, ma tutti i giovani artisti che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Ricordiamo a tutti che Giancarlo Passarella è stato il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting. Già nel biennio 1986/87 mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi e altri artisti.

Un format radio, il suo, davvero imperdibile, come lo è il “Dolore No-Te” on tour dello stesso Giancarlo Passarella che in convegno (“Dolore e Creatività Musicale: Diagnosi e Terapia”) si ferma il 12 febbraio (ore 10.00-12.30) nella Sala degli Specchi di Sanremo. Vi prendono parte tre medici (si parlerà di stress, di campi di utilizzo terapeutico della Cannabis…, e naturalmente del libro “Dolore no-te”, scritto da Giancarlo Passarella a favore dell’associazione “Vincere il Dolore onlus” (22 interviste rock a musicisti che hanno avuto esperienze dolorose), ma ci saranno anche due momenti di nuovo rock suonato (il primo proiettando in anteprima il suo videoclip, il secondo con un breve concerto in acustico)… Un invito ai nostri lettori a non mancare. Sarà per loro l’occasione, dopo il convegno, di fiondarsi davanti al Teatro Ariston a vedere lo struscio degli artisti famosi. Nella prefazione del libro il dott. Roberto Casale ha scritto: “Perché parlare di musica e dolore?”. I motivi possono essere vari, e tutti assai importanti. Certamente perché la musica è la più astratta delle arti e per questo la più vicina a sensazioni così complesse e a volte incomunicabili a parole, come il dolore. La musica è armonia, poesia, memoria, oblio. Accompagna ed esprime la gioia, così come il dolore. Ci aiuta a pregare, ci fa addormentare, esorcizza la paura, allontana la tristezza, combatte la solitudine, cura la depressione e a volte allontana per un attimo il dolore. La musica è un linguaggio senza confini, universale, così come lo è il dolore”. E adesso ecco qualche notizia sui brani che Giancarlo Passarella ci farà ascoltare dall’1 al 5 febbraio. Buon ascolto a tutti.

Lunedì 1 febbraio

Passarella inizia con il brano “Non pentirti dopo” di Mia Martini (pseudonimo di Domenica Rita Adriana Bertè). Cover del brano “Chaing gang” di Sam Cooke che e ci porta la primissima Mia Martini, tutta scanzonata tra musica surf e beat (dice bene Giancarlo), mentre si faceva chiamare ancora Mimì Bertè. Sorella maggiore di Loredana Bertè, morì nel 1995 a soli quarantasette anni in circostanze mai del tutto chiarite.

Secondo brano: “It s my move” dei The Great Marygoround di Brescia. Nel 2003 la band produceva “MessAge”, cd che si scrive proprio con la lettera A maiuscola. Originali in modo naturale e funky con slanci istintivi: hanno dato alla luce un cd demo e poi si sono sciolti come neve al sole.

Martedì 2 febbraio

Il primo brano è “Smell like teen spirit” dei Nirvana (dodici album pubblicati nel periodo di attività: 1987-1994). E’ uno dei brani più famosi della prima ondata del grunge (brano che Giancarlo ci fa ascoltare in una rara registrazione live), movimento rock che è partito da Seattle ed ha conquistato il mondo, grazie a Kurt Cobain e i suoi Nirvana.

Il secondo brano è “Lullaby del maceratese Simone Cicconi. Ha studiato pianoforte classico da quando aveva 7 anni, per passare al sassofono e infine alle tastiere, suonando anche con i Meridiano Zero. Dal 2002 lavora a tempo pieno nell’industria dei videogiochi come sound designer e l’abbiamo anche visto in concorso nel 2013 a Musicultura (è stato uno degli 8 vincitori con la canzone “Privè”). Il suo primo disco da solista nel 2015: “Troppe note (Ma in compenso anche troppe parole)”.

Mercoledì 3 febbraio 2016

Il primo brano s’intitola “Queen of Chinatown” di Amanda Lear. Forse nata a Hong Kong nel 1946, è un’indossatrice, cantante, conduttrice televisiva, pittrice e modella d’arte (celebre e chiacchierato il suo rapporto con Salvador Dalì: tra i suoi libri “La mia vita con Dalì”). Questa sua hit è del 1977. Suo ultimo cd “Brief Encounters Acoustique” (The Golden Edition) che contiene le stesse tracce dell’album di studio del 2009 “Brief Encounters Acoustique” più quattro remix. Sono 21 gli album pubblicati. Dal 2003 Amanda Lear vive a Saint-Étienne-du-Grès vicino ad Avignone nel sud della Francia.

Secondo brano “Terra di vento” de La Compagnia d’Encelado Superbo, gruppo di musica etnica di Siracusa che coniuga l’antica tradizione dei cantastorie con le sonorità contemporanee mediterranee, intrecciando la poesia dei testi per raccontare le suggestioni di una terra al centro del mondo. Vincitore, tra l’altro, dei premi: Grinzane Cavour – La Repubblica Musica (Torino), Nosside a L’Avana (Cuba), Giffoni Music Concept,  Premio The Best Etno (di Demo Radio Uno Rai nel 2007),  Premio Nazione “Natale in Musica” (2008), Premio SIAE 2009. Album pubblicati: “Siciliana Storia di Cunti e Canti”, “Il Grande Viaggio”, “Li tri Santi”, “Demo 1 Etno compilation”, “Musicultura Festival 2005 compilation”, “Terra di vento”, “Prisepi d’Amuri” . Il 16 dicembre 2015 nel corso di un frande concerto hanno presentato a il nuovo cd “Pueta d’amuri” (anche libro e concerto), omaggio al poeta popolare lentinese Ciccio Carrà Tringali e alla “città dei poeti”.

Giovedì 4 febbraio

Il primo brano è “Ti Amo” di Umberto Tozzi. Nato a Torino il 4 marzo 1952, con questo brano vince il Festivalbar e rimane in testa alla classifica dei singoli più venduti senza interruzioni dal 23 luglio al 22 ottobre 1977, con 1.147.000 copie vendute in Francia e ben 8 milioni in tutto il mondo. “Yesterday” è il suo ultimo doppio album (disponibile in tutti i negozi anche in Francia Belgio e Svizzera) pubblicato da Sony Music France, contiene un cd con brani inediti in studio e un cd best of con brani ri-arrangiati. E’ stato al Festival di Sanremo nel 1987 (primo classificato in trio con Gianni Morandi e Enrico Ruggeri (“Si può dare di più”), nel 1991 con “Gli altri siamo noi”, nel 2000 con “Un’altra vita”  e nel 2005 con “Le parole”. Nell’ottobre 2015 è uscito in radio e in download digitale il suo nuovo singolo “Sei tu l’immenso amore mio,” che ha anticipato il nuovo album “Ma che spettacolo” che contiene 13 brani in italiano, uno in spagnolo e un DVD live.

Il secondo brano della giornata è “ Brutta” degli emiliani Saskatchewan. Il brano, tratto dal cd “Je voulè tois mon amour” (Castle Records 2010), è folk demenziale lungo il Po che ha poco di pop rock demenziale: in fondo è una scampagnata tra amici, con pittori anacronistici, un fratello maggiore di Beethoven, Nerone con la cetra…

Venerdì 5 febbraio

Oggi gli ultimi due brani in scaletta. Il primo brano è interpretato da Biagio Antonacci e s’intitola “Sognami” (brano cantato in duetto con Dafnè Lupi, mentre ad accompagnarlo (nel disco e in tour) il fiorentino Saverio Lanza. E’ stato il secondo singolo estratto dall’album “Vicky Love”, definito dalla critica un pezzo insolito e molto originale, ma a noi Biagio (dice agli ascoltare Passarella) piace dai tempi non sospetti… A questo  decimo album del 2007 hanno fatto seguito gli album “Inaspettata“ (2010) e “Sapessi dire no” (2012). Da ricordare anche l’album live 2011 “Colosseo” (CD live + DVD), diverse  raccolte ufficiali, raccolte non ufficiali ed edizioni speciali. Il 25 gennaio 2014, per il suo compleanno, ha tenuto un concerto in  piazza dei Mercanti, a pochi passi dal Duomo di Milano, un concerto “tra amici” durato tre quarti d’ora, in cui Antonacci ha cantato i suoi più grandi successi, coinvolgendo il pubblico e ringraziandolo: “In tanti anni non avevo mai fatto un concerto per strada, me lo sono voluto regalare per il mio compleanno perché siete voi che mi avete permesso di vivere il mio sogno”. Sua ultima raccolta “Biagio” (2015). Nel 2015 è stato ospite durante la seconda serata del Festival di Sanremo, esibendosi con un medley di “Se io, se lei“, “Pazzo di lei“, “Sognami” e con l’omaggio a Pino DanieleQuando“. Nel 2015 è stato anche giurato d’eccezione durante la prima puntata del serale di “Amici di Maria De Filippi”.

Il secondo brano è invece “Via”, interpretata da Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare. Glam metal, rock sarcastico o che cosa? Il trio è una delle cose più coinvolgenti che operano nel panorama italiano: il brano è supportato da un videoclip con la presenza di Andrea Agresti, l’inviato riccioluto de Le Iene su Italia1 ed è incluso nel cd “Fatti strani”, pubblicato da U.d.U Records.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto The Great Marygoround, Simone Cicconi, La Compagnia d’Encelado Superbo, Saskatchewan e Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella in tour… (“Dolore No-Te” on tour); Mimì Bertè con copertina 45 giri “Non pentirti dopo”; copertina album de La Compagnia d’Encefalo Superbo “Pueta d’amuri”.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!