Home » CULTURA, GENOVA » ‘Nessun ricordo muore’: il libro di Maria Masella ambientato a Genova

‘Nessun ricordo muore’: il libro di Maria Masella ambientato a Genova

Genova. Maria Masella è nata a Genova il 10 febbraio 1948, è una scrittrice italiana ex professoressa ha abbandonato l’insegnamento per dedicarsi completamente alla scrittura.

Con Frilli Editori, ha pubblicato una serie di gialli aventi come protagonista il commissario Antonio Mariani.

Vincitrice in due edizioni del Mystfest di Cattolica.

Con Nessun ricordo muore mette in pista una  coppia pittosto singolare: Marco Ardini e Teresa Maritano Marco Ardini, è un commissario duro e puro con un passato difficile e Teresa Maritano, è un’ex ispettrice, figlia ed ex moglie di ufficiali, cresciuta con il mito del dovere e l’assoluta correttezza, che ha lasciato la divisa dopo aver denunciato degli intrallazzi di colleghi (denuncia non andata a buon fine) e che, andandosene dalla polizia, ha scelto di aprire e gestire a Genova un piccolo bar in una piazzetta di spalle alla stazione Brignole, poco lontano dal ponte di Sant’Agata, che cavalca il Bisagno. Teresa Maritano, protagonista e io narrante della trama, con i propri pensieri e i propri sentimenti sempre in filo diretto con il lettore, vede ricomparire davanti al bancone del suo piccolo esercizio e tornare nella sua vita il commissario Marco Ardini.

La sua prima reazione è di rifiuto netto e deciso. Ha avuto con Ardini un complicato rapporto affettivo, ma anche di tensione negativa e i suoi ricordi sono solo bocconi amari troppo difficili da digerire. Ma lui non si perita e insiste, mostrandole il materiale di un’indagine. Perché da due giorni è scomparsa Carlotta Bettolo, Si tratta di una bambina che frequentava la scuola elementare situata nella piazzetta davanti al bar, e Ardini sa che se qualcuno può aver notato qualcosa di potenzialmente utile al caso, quel qualcuno è l’ex ispettore Maritano. E infatti Teresa, nonostante l’iniziale ritrosia e l’imbarazzo di tornare a lavorare con Ardini, si lascia coinvolgere nelle ricerche. Lei conosceva bene Carlotta, che ogni giorno veniva a prendere da lei un cornetto. Ma una donna, madre di una compagna di classe della due bambine, viene violentata e uccisa. Cosa lega quella scuola di quella piazzetta a una serie di episodi criminali? I due alleati superano i conflitti, vanno avanti con le indagini e non perdono completamente le speranze anche quando, con il passare dei giorni, diventano minori le possibilità di ritrovare viva Carlotta. Teresa non lascia nulla al caso in un’indagine, attenta ai particolari, ai piccoli dettagli che si stagliano sulla sua strada

E in una spasmodica caccia con l’acqua alla gola, mentre l’orologio scandisce il passare delle ore, dopo la scoperta di un incredibile passato chiarificatore, Teresa comincia a pensare che Ardini potrà essere per lei l’elemento catalizzatore di una possibile nuova vita. Maria Masella ha costruito una storia credibile, i personaggi sono ben caratterizzati e la scrittura scivola senza sbavature, nessun fronzolo letterario ma una notevole potenza narrativa, ha saputo intrecciare storie umane di passioni e eventi tragici in un giallo costruito ad arte.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!